Formazione sui Rifiuti

Albo nazionale Gestori ambientali e Responsabile tecnico

Il Responsabile tecnico è il soggetto che ha il compito di porre in essere azioni dirette ad assicurare la corretta organizzazione nella gestione dei rifiuti da parte dell'impresa nel rispetto della normativa vigente e di vigilare sulla corretta applicazione della stessa (articolo 12 del Dm 120/2014).

 

Soggetto interno o esterno, la sua nomina è sempre obbligatoria da parte degli Enti e delle imprese che hanno intenzione di iscriversi o sono iscritte all'Albo gestori ambientali per poter legittimamente svolgere ex Dlgs 152/2006 (Codice ambientale) le attività di raccolta e trasporto rifiuti, intermediazione e commercio rifiuti, bonifica di siti contaminati o di beni contenenti amianto (articolo 10 del Dm 120/2014).

 

Il legittimo esercizio della professione di responsabile tecnico è condizionato dal possesso di specifici requisiti di idoneità personale. Dal 16 ottobre 2017 (e salvo un regime transitorio ad hoc per chi alla suddetta data già svolgeva tale professione) la necessaria preparazione tecnico-giuridica deve essere attestata mediante il superamento di una verifica iniziale (e di aggiornamento quinquennale) da sostenere davanti allo stesso Albo gestori ambientali (articolo 13 del Dm 120/2014 e deliberazione Comitato nazionale dell'Albo 30 maggio 2017 n. 6).

 

Le materie oggetto di verifica, i contenuti, i criteri e le modalità di svolgimento degli esami del Responsabile tecnico sono stati definiti dallo stesso Albo gestori ambientali, in attuazione del suddetto Dm 120/2014, con le deliberazioni del 30 maggio 2017 n. 6 e n. 7.

 

L'esame si compone di 5 moduli:

  • 1 modulo comune per tutte le categorie interessate
  • 4 moduli specialistici per le categorie del trasporto (1, 4, 5) dell'intermediazione (8) bonifiche (9) e bonifiche amianto (10).

All'interno di ciascun modulo sono indicati gli specifici argomenti. Tali argomenti sono 25 e sono riportati nell'allegato C alla deliberazione 30 maggio 2017, n. 6. Sul merito specifico di questi 25 argomenti sono stilati i quiz (diverse migliaia, oggetto di revisione periodica) tra cui verranno scelti (di volta in volta) gli 80 quiz utili per la singola sessione d'esame per il Responsabile tecnico. I quiz dovranno essere risolti in 2 ore; la risposta esatta vale +1,00; la errata vale -0.50; la risposta omessa vale 0,00.

 

quiz sono pubblicati sul portale dell'Albo gestori ambientali:

Modulo Obbligatorio per tutte le categorie

Modulo Specialistico Categorie 1/4/5, raccolta/trasporto rifiuti;

Modulo Specialistico Categoria 8, intermediazione/commercio rifiuti;

Modulo Specialistico Categoria 9, bonifica siti;

Modulo Specialistico Categoria 10, bonifica beni contenenti amianto.

 

In base alla citata deliberazione Albo gestori 7/2017 il primo calendario degli esami coincide con il seguente:

Veneto, 19 dicembre 2017;

Campania, 9 gennaio 2018;

Sardegna, 17 gennaio 2018;

Lombardia, 24 gennaio 2018;

Sicilia, 31 gennaio 2018;

Lazio, 7 febbraio 2018;

Piemonte, 14 febbraio 2018.

 

Responsabile tecnico, le norme di riferimento

Dm Ambiente 3 giugno 2014, n. 120

 

Regolamento Albo nazionale gestori ambientali

Deliberazione Albo nazionale gestori ambientali 30 maggio 2017, n. 6

 

Responsabile tecnico - Requisiti e verifiche d'idoneità — Articoli 12 e 13, Dm 120/2014

Deliberazione Albo nazionale gestori ambientali 30 maggio 2017, n. 7

 

Responsabile tecnico — Formazione — Criteri e modalità di svolgimento delle verifiche — Articolo 13 del Dm 120/2014

 

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598