News - Aggiornamento normativo

Rumore

Milano, 28 settembre 2010

Legge quadro su inquinamento acustico non si applica ai privati

Rumore

(Francesco Petrucci)

La legge quadro sull'inquinamento acustico (legge 447/1995) non può essere invocata a tutela di rapporti tra privati. Il ricorrente può adire il giudice ordinario ex articolo 844, codice civile.

 

Il Tar Puglia con sentenza 30 luglio 2010, n. 3274 ha rigettato il ricorso di un privato contro le emissioni di rumore notturne di un caseificio situato vicino alla sua abitazione. Il ricorrente non poteva invocare a tutela dei propri diritti la legge 447/1995, "legge quadro sull'inquinamento acustico" che, per giurisprudenza consolidata, non si applica ai rapporti tra privati.

 

Ben poteva il ricorrente adire il Giudice ordinario con il rimedio ex articolo 844, C.c., a tutela di immissioni superiori alla normale tollerabilità, tenendo conto che le immissioni si presumono superiori alla normale tollerabilità quando il c.d. "differenziale" tra il rumore causato dalle fonti rumorose ed il "rumore di fondo" supera il limite di 3 Db.

documenti di riferimento
Sentenza Tar Puglia 30 luglio 2010, n. 3274

Rumore - Emissioni rumorose - Rapporti tra privati - Tutela ex legge 447/1995 - Esclusione

Legge 26 ottobre 1995, n. 447

Legge quadro sull'inquinamento acustico

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598