News - Aggiornamento normativo

Inquinamento (altre forme di)

Milano, 7 febbraio 2011

Elettrosmog, accordi privati non esonerano da disciplina pubblica

Inquinamento (altre forme di)

(Francesco Petrucci)

La conclusione di un accordo con un privato per l'acquisizione dell'area su cui installare un impianto di telecomunicazioni, non fa venire meno le regole amministrative della formazione del titolo a realizzare l'impianto ex Dlgs 259/2003.

 

Lo ha deciso il Consiglio di Stato nella sentenza 27 dicembre 2010, n. 9414 respingendo le richieste di un Comune di sospendere l'installazione di un impianto di comunicazione. L'esistenza di un accordo privatistico tra impresa di telecomunicazioni e propietario dell'area su cui realizzare l'impianto, non esclude l'applicazione delle regole amministrative del Codice delle comunicazioni per la formazione del titolo a realizzare l'intervento. Per il Comune, invece, si trattava di questione tra privati, con esclusione dell'applicazione della procedura ex Dlgs 259/2003.

 

I Comuni possono fissare regole per il corretto insediamento degli impianti a tutela dell'esposizione della popolazione all'elettrosmog ex legge 36/2001, ma tali regole non possono sospendere "la formazione dei titoli abilitativi formati o in corso di formazione ai sensi degli articoli 86 e 87 del Codice delle comunicazioni elettroniche" (Dlgs 259/2003), come quello in esame.

documenti di riferimento
Legge 22 febbraio 2001, n. 36

Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici

Dlgs 1° agosto 2003, n. 259

Codice delle comunicazioni elettroniche - Stralcio

Sentenza Consiglio di Stato 27 dicembre 2010, n. 9414

Elettrosmog - Accordi tra impresa di telecomunicazioni e soggetto privato relativi all'area su cui realizzare l'impianto - Esonero dall'applicazione della disciplina amministrativa nel rapporto col Comune per il titolo a realizzare l'impianto ex Dlgs 259/2003 - Esclusione

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598