News - Aggiornamento normativo

Appalti e acquisti verdi

Milano, 16 maggio 2011

Dl "sviluppo" su appalti: cause di esclusione gara sono codificate

Appalti e acquisti verdi

(Francesco Petrucci)

Le cause di esclusione da una gara d'appalto sono solo quelle indicate nel Codice appalti (Dlgs 163/2006) o nel regolamento attuativo (Dpr 207/2010). Le altre eventualmente fissate dalle stazioni appaltanti sono irrilevanti. Lo ha stabilito il Dl 70/2011.

 

Il decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70 ("decreto sviluppo") interviene in modo massiccio sul Dlgs 163/2006 in materia di appalti pubblici al fine di semplificare gli adempimenti burocratici per le imprese. Oltre alla "tipizzazione" delle cause di esclusione dalle gare, tra le disposizioni spicca l'innalzamento a 1 milione di euro (prima era 500.000) del limite dei lavori che possono essere affidati senza gara, ma con procedura negoziata.

 

Il provvedimento inoltre prevede l'estensione dell'utilizzo dell'autocertificazione per la dimostrazione di possedere i requisiti di partecipazione alle gare e controlli essenzialmente ex post sul possesso dei requisiti di partecipazione alle gare.

documenti di riferimento
Dpr 5 ottobre 2010, n. 207

Il regolamento di attuazione del Dlgs 163/2006, Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture

Dlgs 12 aprile 2006, n. 163

Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/Ce e 2004/18/Ce

Dl 13 maggio 2011, n. 70

Prime disposizioni urgenti per l'economia – Misure in materia di appalti, demanio marittimo, semplificazioni in edilizia, risorse idriche - Stralcio

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598