News - Aggiornamento normativo

Appalti e acquisti verdi

Milano, 15 novembre 2012

Appalti, affidamento diretto fino a 40.000 euro

Appalti e acquisti verdi

(Francesco Petrucci)

L'importo massimo consentito per l'affidamento diretto di lavori, servizi e forniture in economia è da intendersi pari a 40.000 euro.

 

Lo ha chiarito il Ministero delle infrastrutture con la circolare 30 ottobre 2012, n. 4536 analizzando il Dpr 207/2010 regolamento attuativo del Codice appalti (Dlgs 163/2006). Il dubbio si era creato perché l'articolo 4, comma 2, lettera m-bis) del Dl 70/2011, convertito in legge 106/2011 aveva modificato il Dlgs 163/2006 innalzando la soglia per l’affidamento diretto da 20.000 a 40.000 euro, mentre il regolamento attuativo (Dpr 207/2010) prevede ancora la soglia di 20.000 euro. Il Ministero ha chiarito che in caso di mancato coordinamento tra norme, ai sensi delle preleggi, la fonte di rango primario (Dlgs 163/2006) prevale su quella di rango secondario (Dpr 207/2010).

 

Altro punto importante chiarito dal Ministero riguarda l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria. Il Ministero ha chiarito che l'obbligo di utilizzare il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa (articolo 266, Dpr 207/2010) vige unicamente per gli affidamenti di importo stimato pari o superiore a  100.000  euro, mentre per gli affidamenti di importo inferiore la stazione appaltante può scegliere se usare tale criterio o quello del prezzo più basso.

documenti di riferimento
Circolare MinInfrastrutture 30 ottobre 2012, n. 4536

Primi chiarimenti sul regolamento attuativo del Codice appalti, Dpr 207/2010

Dpr 5 ottobre 2010, n. 207

Il regolamento di attuazione del Dlgs 163/2006, Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture

Dlgs 12 aprile 2006, n. 163

Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/Ce e 2004/18/Ce

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598