News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 28 gennaio 2013

Export rifiuti a fine di recupero, Ue allarga le porte

Rifiuti

(Alessandro Geremei)

Export rifiuti a fine di recupero, Ue allarga le porte

Su richiesta dello stesso Paese asiatico, l’Ue rimuove il bando all’esportazione dello zinco commerciale solido e dei rifiuti solidi in plastica. Novità in vigore dal 7 febbraio 2013.

 

Il regolamento 57/2013/Ue prevede la modifica dell’allegato del regolamento 1418/2007/Ce, provvedimento comunitario di riferimento per le esportazioni dei rifiuti a fini di recupero verso Paesi non appartenenti all’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico).

 

Le novità riguardano in particolare la sottovoce B1100 — zinco commerciale solido, che diventa possibile senza alcun controllo nel Paese asiatico, e le voci B3010 e GH013 (rifiuti solidi in plastica) che saranno invece assoggettati ad altre procedure di controllo nel Paese di destinazione.

 

Il regolamento 57/2013 è stato pubblicato sulla Guue del 24 gennaio scorso ed entrerà in vigore il 7 febbraio 2013, 14° giorno successivo alla pubblicazione.

documenti di riferimento
Regolamento Commissione Ue 57/2013/Ue

Esportazione di alcuni rifiuti destinati al recupero verso la Malaysia - Modifica del regolamento 1418/2007/Ce

Regolamento Commissione Ce 1418/2007/Ce

Esportazione rifiuti destinati a recupero verso alcuni Paesi non Ocse - Abrogazione regolamento 801/2007/Ce

Regolamento Parlamento europeo e Consiglio Ue 1013/2006/Ce

Spedizioni di rifiuti - Abrogazione del regolamento 259/93/Ce

Convenzione di Basilea 22 marzo 1989

Convenzione sul controllo dei movimenti oltre frontiera di rifiuti pericolosi e sulla loro eliminazione - Testo in inglese

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598