News - Aggiornamento normativo

Aria

Milano, 29 gennaio 2013

Qualità dell'aria, in vigore il correttivo al Dlgs 155/2010

Aria

(Francesco Petrucci)

Qualità dell'aria, in vigore il correttivo al Dlgs 155/2010

Superare le criticità riscontrate nell'applicazione della disciplina sulla qualità dell'aria ambiente. Queste le principali ragioni del varo del Dlgs 24 dicembre 2012, n. 250 correttivo del Dlgs 155/2010 che ha recepito la direttiva Ue sulla qualità dell'aria ambiente (direttiva 2008/50/Ce).

 

Tra le novità del provvedimento in parola, che entra in vigore il 12 febbraio 2013, spicca la nuova definizione di "valore limite" che è quello fissato in base alle conoscenze scientifiche e non più anche con riferimento alle migliori tecnologie disponibili. Il Ministero dell'ambiente, senza più basarsi su linee guida tecniche dell'Ispra (Istituto superiore di protezione e ricerca ambientale) fissa con decreto le procedure di garanzia di qualità della valutazione in materia di aria ambiente e le procedure per l'approvazione degli strumenti di campionamento e misura. Sarà poi l'Ispra a individuare i criteri per l'applicazione delle procedure ministeriali su base omogenea su tutto il territorio.

 

Dopo le modifiche del correttivo, ora anche il Cnr (Centro nazionale ricerche) e i laboratori pubblici accreditati Iso/Iec 17025 possono approvare gli strumenti di campionamento e misura, sulla base delle procedure approvate dal Ministero, nonché approvare i metodi di analisi della qualità dell'aria equivalenti a quelli di riferimento. Ricordiamo che "l'aria ambiente" è l'aria esterna presente nella troposfera, ad esclusione di quella presente  nei luoghi di lavoro.

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2008/50/Ce

Qualità dell'aria ambiente e per un aria più pulita in Europa

Dlgs 13 agosto 2010, n. 155

Qualità dell'aria ambiente - Attuazione direttiva 2008/50/Ce

Dlgs 24 dicembre 2012, n. 250

Qualità dell'aria ambiente - Modifiche ed integrazioni al Dlgs 13 agosto 2010, n. 155

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598