News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 26 marzo 2013

Pile a bottone con mercurio, divieto da gennaio 2015

Rifiuti

(Francesco Petrucci)

Pile a bottone con mercurio, divieto da gennaio 2015

Bando definitivo delle pile a bottone con non più del 2% di mercurio in peso. Lo ha deciso il 18 marzo 2013 la Commissione ambiente del Parlamento Ue in un emendamento alla proposta di direttiva che modifica la direttiva 2006/66/Ue sulle pile e accumulatori. Il provvedimento prosegue l'iter verso l'approvazione definitiva.

 

La proposta di direttiva, che interviene sulla "storica" direttiva 2006/66/Ce, era stata presentata dalla Commissione europea il 26 marzo 2012. La Commissione ambiente del Parlamento nel dare il via libera al testo della Commissione ha introdotto alcune modifiche. Tra le più significative quella che stabilisce che la circolazione delle pile a bottone con un tenore di mercurio non superiore al 2% potrà avvenire fino al 31 dicembre 2014. Dopo quella data scatterà lo stop. Ricordiamo che il testo vigente della direttiva esentava tali tipi di pile dal divieto di commercializzazione.

 

Un divieto alla commercializzazione arriva anche per pile e accumulatori destinate ad essere usate in utensili elettrici senza fili (ad esempio, telefoni cordless). Per loro il divieto di messa in commercio scatterà dal 1° gennaio 2016.

documenti di riferimento
Dlgs 20 novembre 2008, n. 188

Attuazione della direttiva 2006/66/Ce relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori

Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2006/66/Ce

Direttiva relativa alle pile e accumulatori e rifiuti di pile e accumulatori - Abrogazione direttiva 91/157/Ce

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598