News - Aggiornamento normativo

Sicurezza sul lavoro

Milano, 20 gennaio 2014

Radiazioni ionizzanti, più protezione per lavoratori e popolazione

Sicurezza sul lavoro

(Francesco Petrucci)
Parole chiave Parole chiave: Sicurezza sul lavoro | Nucleare / Radiazioni | Sostanze pericolose | Sanità / Igiene | Controlli | Informazione | Impianti | Linee guida / Norme tecniche | Emergenze | Limiti / Soglie | Autorizzazione unica ambientale (Aua)

Più protezione e sicurezza per i lavoratori delle centrali nucleari, i medici, la popolazione e tutti coloro che, per vari motivi, entrano in contatto con radiazioni ionizzanti. Lo prevede la direttiva 5 dicembre 2013, n. 2013/59/Euratom, in vigore dal 6 febbraio 2014.

 

La direttiva in parola, nel dettare le norme fondamentali di sicurezza uniformi relative alla protezione dalle radiazioni ionizzanti, abroga dal 6 febbraio 2018 la direttiva madre sulle norme fondamentali di sicurezza (direttiva 96/29/Euratom) e altre norme satellite che integrano e specificano la norma madre. Entro la stessa data del 6 febbraio 2018 la direttiva va recepita dagli Stati membri.

 

Obiettivi della direttiva 2013/59/Euratom: mettere ordine su legislazione in materia, integrare nella legislazione le ultime informazioni ed esperienze scientifiche in materia di radioprotezione. Infine le radiazioni naturali sono considerate per la prima volta nell'ambito della direttiva sulle norme fondamentali per garantire migliore tutela alla popolazione.

documenti di riferimento
Direttiva Consiglio Ue 2013/59/Euratom

Norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598