News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 13 febbraio 2014

Trasporto rifiuti pericolosi, Cassazione esclude “abolitio criminis”

Rifiuti

(Alessandro Geremei)

Trasporto rifiuti pericolosi, Cassazione esclude “abolitio criminis”

Interpretando la volontà del Legislatore, la Suprema Corte esclude che il Dlgs 205/2010 abbia causato un "vuoto normativo" per quel che riguarda il trasporto di rifiuti pericolosi senza formulario, o con formulario recante informazioni incomplete o inesatte.

 

L’occasione per fare il punto su un problema “rispetto al quale la giurisprudenza di questa Sezione e la dottrina non sono giunte ad univoche conclusioni”, cioè quello della applicabilità dell’articolo 258, comma 4, del Dlgs 152/2006, come novellato dal Dlgs 205/2010 – norma che, in pratica, avrebbe inavvertitamente “depenalizzato” il trasporto dei rifiuti pericolosi senza formulario — è arrivata con la sentenza n. 3692 del 28 gennaio 2014.

 

Dopo aver ribadito in più occasioni — e talvolta stigmatizzato — la cd. “abolitio criminis” causata dal Dlgs 205/2010 (tra le varie, si vedano le sentenze 29973/2011, 15732/2012 e 32942/2013, con l’unica eccezione della sentenza 28909/2013), nel 2014 la Cassazione abbandona la stretta interpretazione letterale delle norme, per abbracciare una soluzione interpretativa “più ragionevole e conforme all’effettiva volontà del Legislatore”, e quindi tale da escludere la possibilità di un vuoto normativo.

 

Per far questo il Giudice applica per la prima volta il Dlgs 121/2011, norma “interpretativa” – non “innovativa” – e quindi applicabile anche ai fatti accaduti prima della sua entrata in vigore, che prevede l’applicabilità dell’articolo 258 ante Dlgs 205/2010 fino alla completa operatività del Sistri.

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Cassazione 28 gennaio 2014, n. 3692

Trasporto rifiuti pericolosi - Articolo 258, comma 4, Dlgs 152/2006 - Modifica apportata dal Dlgs 205/2010 - Vuoto sanzionatorio normativo - Dlgs 121/2011 - Norma di carattere "interpretativo" - Formulari di trasporto rifiuti - Articolo 193, Dlgs 152/2006 - Valore certificativi della natura del rifiuto - Escluso

Sentenza Corte di Cassazione 27 luglio 2011, n. 29973

Veicoli fuori uso - Dlgs 152/2006 - Trasporto sfornito di formulario - Nozione di veicolo fuori uso - Presenza di sostanze pericolose - Da accertare - Trasporto presso il centro di raccolta - Non compreso

Sentenza Corte di Cassazione 30 luglio 2013, n. 32942

Trasporto illecito di rifiuti - Sequestro del mezzo finalizzato alla confisca - Articolo 259, comma 2, Dlgs 152/2006 - Confisca obbligatoria ai sensi articolo 240, comma 2, C.p. - Esclusa - Trasporto senza formulario - Articolo 258, comma 4, Dlgs 152/2006 - Rilevanza penale - Esclusa

Sentenza Corte di Cassazione 24 aprile 2012, n. 15732

Trasporto rifiuti senza formulario o con dati incompleti o inesatti - Articoli 258 e 260-bis del Dlgs 152/2006 a seguito del Dlgs 205/2010 - Condotta non sanzionabile

Sentenza Corte di Cassazione 8 luglio 2013, n. 28909

Rifiuti - Trasporto illecito di rifiuti non pericolosi - Sanzioni - Articolo 256, Dlgs 152/2006 - Modifiche introdotte dal Dlgs 205/2010 - Pericolo vuoto normativo - Da evitare

Dlgs 7 luglio 2011, n. 121

Attuazione della direttiva 2008/99/Ce sulla tutela penale dell'ambiente - Attuazione della direttiva 2009/123/Ce - Modifiche alla Parte IV del Dlgs 152/2006 - Modifiche al Dlgs 231/2001

SPECIALE Codice Ambiente (Dlgs 152/2006)
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598