News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 27 marzo 2014

Rifiuti radioattivi, cambiano regole su gestione e spedizione

Rifiuti

(Francesco Petrucci)

Rifiuti radioattivi, cambiano regole su gestione e spedizione

Classificazione dei rifiuti radioattivi, istituzione dell’Authority di regolamentazione, aggiornamento della disciplina sulla gestione dei rifiuti radioattivi e disposizioni specifiche su spedizione. Sono alcune novità del Dlgs 4 marzo 2014, n. 45 che attua la direttiva 2011/70/Euratom.

 

Il Dlgs, che entra in vigore il 10 aprile 2014, rilancia la classificazione dei rifiuti radioattivi da fare con Dm Ambiente entro il 7 ottobre 2014, istituisce l'Autorità di regolamentazione competente (Isin) e modifica diverse norme in materia di gestione dei rifiuti radioattivi, in particolare il Dlgs 230/1995 che attua le direttive europee in materia di radiazioni ionizzanti e sicurezza degli impianti nucleari e il Dlgs 31/2010 che disciplina i sistemi di stoccaggio dei rifiuti radioattivi.

 

Riscritte, in particolare, le disposizioni del Dlgs 230/1995 sul nulla osta per installazioni di deposito temporaneo o di impianti di gestione di rifiuti radioattivi, mentre il nuovo articolo 32-bis dello stesso Dlgs del 1995 detta specifiche disposizioni sulle spedizioni trasfrontaliere di combustibile esaurito e rifiuti radioattivi. Entro fine 2014 i Ministeri competenti insieme alle Regioni definiscono il Programma nazionale di smaltimento dei rifiuti radioattivi.

documenti di riferimento
Dlgs 4 marzo 2014, n. 45

Quadro comunitario per la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi - Attuazione della direttiva 2011/70/Euratom

Direttiva Consiglio Ue 2011/70/Euratom

Gestione combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi

Dlgs 17 marzo 1995, n. 230

Protezione dalle radiazioni ionizzanti

Dlgs 15 febbraio 2010, n. 31

Realizzazione e localizzazione di impianti di produzione di energia elettrica nucleare

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598