Milano, 4 aprile 2014

Efficienza energetica, primo ok Governo a recepimento direttiva 2012/27/Ue

(Francesco Petrucci)

Audit energetico per le grandi imprese, obblighi efficientamento del 3% del parco immobili pubblico, acquisti statali di materiali energeticamente efficienti. Sono alcuni degli obblighi della direttiva 2012/27/Ue recepita con lo schema di Dlgs licenziato dal Consiglio dei Ministri del 4 aprile 2014.

 

Lo schema di Dlgs, approvato in via preliminare, passa ora al vaglio delle Commissioni parlamentari competenti. Tra le novità la spinta al miglioramento degli immobili pubblici con l’obbligo di ristrutturazione annuale del 3% della superficie totale degli immobili riscaldati e/o raffreddati di proprietà della P.a., e l’obbligo per le grandi imprese di sottoposizione ogni 4 anni a un audit energetico di elevata qualità svolto di esperti qualificati.

 

Spinta agli acquisti efficienti per la P.a. che dovrà optare solo per prodotti ad alta efficienza energetica. Le utility (società di distribuzione e/o di vendita di energia) saranno tenute a rispettare, nel periodo 2014-2020, un obiettivo annuale di risparmio energetico equivalente almeno all'1,5% del totale dell'energia venduta ai consumatori finali, calcolato sulla base della media dei consumi dei 3 anni precedenti il 1° gennaio 2013.

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento e Consiglio Ue 2012/27/Ue

Direttiva sull'efficienza energetica

Legge 6 agosto 2013, n. 96

Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2013

Copyright © Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248