News - Aggiornamento normativo

Ippc/Aia

Milano, 9 maggio 2014

Ilva, via libera al piano ambientale

Ippc/Aia

(Francesco Petrucci)

Ilva, via libera al piano  ambientale

È in vigore dal 9 maggio 2014 il piano di tutela ambientale e sanitaria dell'Ilva Spa, approvato con Dpcm 14 marzo 2014 che consentirà ora il varo del piano industriale per il risanamento dell'azienda.

 

Il Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria previsto dall'articolo 1, del Dl 61/2013, convertito in legge 136/2013, contiene tutte le prescrizioni dirette a porre in essere le azioni coi relativi tempi per adempiere alle prescrizioni di legge e all'autorizzazione integrata ambientale cui è stata sottoposta l'Ilva di Taranto. Nella stesura del piano industriale, il commissario straordinario (nominato con Dpcm 5 giugno 2013) dovrà tra l'altro considerare le innovazioni tecnologiche tese all'eliminazione o comunque alla sostanziale riduzione della fase di produzione del coke.

 

Ricordiamo che Ilva Spa è stata dichiarata stabilimento strategico di interesse nazionale ex Dl 207/2012 ed è stata "commissariata" per motivi di tutela ambientale ai sensi dell'articolo 2, comma 1 Dl 4 giugno 2013, n. 61, convertito in legge 89/2013, che appunto prevede la possibilità per il Governo di commissariare stabilimenti privati dichiarati di interesse strategico qualora ricorrano motivi di tutela ambientale.

documenti di riferimento
Dpcm 14 marzo 2014

Ilva - Approvazione del piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria - Attuazione Dl 61/2013

Dl 3 dicembre 2012, n. 207

Disposizioni urgenti a tutela della salute, dell'ambiente e dei livelli di occupazione, in caso di crisi di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale

Dl 4 giugno 2013, n. 61

Nuove disposizioni urgenti a tutela dell'ambiente, della salute e del lavoro nell'esercizio di imprese di interesse strategico nazionale - Commissariamento Ilva Spa

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598