News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 6 novembre 2015

Terre da scavo, ok del Governo a semplificazioni

Rifiuti

(Alessandro Geremei)

Terre da scavo, ok del Governo a semplificazioni

Il CdM del 6 novembre 2015 ha approvato in via preliminare lo schema di regolamento per la semplificazione del riutilizzo in sito delle terre e rocce da scavo da parte dei piccoli cantieri, il deposito temporaneo e la gestione nei siti di bonifica.

 

Il provvedimento arriva in attuazione dello "Sblocca Italia" (articolo 8, Dl 133/2014) con cui il Governo è stato delegato a semplificare e riordinare, entro il 12 dicembre 2014, la disciplina sulle terre da scavo. Prima dell'approvazione definitiva, in base a quanto stabilito dalla stessa legge, la proposta di regolamentazione sarà sottoposta a una consultazione pubblica della durata di un mese.

 

La norma prevede semplificazioni per tre differenti fattispecie: il riutilizzo in sito delle terre qualificate come "sottoprodotti" nell'ambito dei cantieri di piccole dimensioni (compresi quelli per le reti e infrastrutture), il deposito temporaneo delle terre qualificate come "rifiuti" e la gestione delle terre nei siti oggetto di bonifica.

 

Lo stesso CdM del 6 novembre 2015, inoltre, ha dato il via libera definitivo alle deleghe ambientali (tra cui quella per il recepimento della direttiva 2015/720/Ue sugli shopper) previste dalla legge di delegazione europea 2015, che ora approdano in Parlamento per l'approvazione.

documenti di riferimento
SPECIALE Terre e rocce da scavo
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598