News - Aggiornamento normativo

Sostanze pericolose

Milano, 12 novembre 2015

Pile, in pista Dlgs di recepimento direttiva su stop a cadmio e mercurio

Sostanze pericolose

(Francesco Petrucci)

Pile, in pista Dlgs di recepimento direttiva su stop a cadmio e mercurio

Il 28 ottobre 2015 il Governo ha trasmesso al Parlamento per i prescritti pareri lo schema di Dlgs di recepimento della direttiva 2013/56/Ue che blocca la circolazione delle pile al cadmio contenute in apparecchi senza fili.

 

Nel dare attuazione alla legge di delegazione Ue 2014 lo schema di Dlgs recepisce le nuove regole europee del 2013 in materia che cancellano la deroga prevista dalla storica direttiva 2006/66/Ce sulle pile e gli accumulatori. La direttiva del 2006 (recepita dal Dlgs 188/2008) già eliminava dal mercato le pile contenenti più dello 0,002% di cadmio in peso, ma permetteva la circolazione delle pile al cadmio se contenute negli apparecchi wireless. Il nuovo schema di Dlgs modificando il Dlgs 188/2008 fa sparire tale deroga dal 1° gennaio 2017.

 

Analogamente lo schema di Dlgs in parola cancella la deroga al divieto di immissione in commercio per pile a bottone con un tenore di mercurio non superiore al 2%. Il divieto di circolazione scatta dal 1° ottobre 2015. Gli apparecchi messi in commercio prima di tale data possono circolare fino a esaurimento scorte. Infine lo schema di Dlgs aggiorna il Dlgs 188/2008 sostituendo tutti i riferimenti al Dlgs 151/2005 sui Raee con quelli alla nuova disciplina dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche ex Dlgs 49/2014.

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2013/56/Ue

Immissione sul mercato di batterie portatili e di accumulatori contenenti cadmio e di pile a bottone con un basso tenore di mercurio - Modifiche alla direttiva 2006/66/Ce

Dlgs 20 novembre 2008, n. 188

Attuazione della direttiva 2006/66/Ce relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598