News - Aggiornamento normativo

Rischio incidenti rilevanti (Seveso)

Milano, 16 dicembre 2015

Seveso, in Toscana continuità sui controlli

Rischio incidenti rilevanti (Seveso)

(Alessandro Geremei)

Seveso, in Toscana continuità sui controlli

Le ispezioni previste per gli stabilimenti a rischio di soglia inferiore, di competenza regionale, continueranno ad essere effettuate avvalendosi di Arpat in continuità con l'attività fino ad oggi svolta.

 

A stabilirlo è la deliberazione della Giunta regionale toscana 24 novembre 2015, n. 1142, che arriva in sede di prima attuazione dell'articolo 7 (Funzioni della Regione) del Dlgs 105/2015, atto nazionale di recepimento dell'ultima direttiva Ue relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose (direttiva 2012/18/Ce, cd. "Seveso-ter").

 

La Giunta demanda poi il settore regionale competente ad aggiornare le modalità di svolgimento delle ispezioni, attualmente disciplinate dal Dd 4253/2007, così come rimanda la definizione della disciplina delle modalità contabili relative al versamento, da parte dei Gestori, delle tariffe di competenza regionale, a un atto successivo all'adozione del Piano regionale di ispezioni (e del conseguente programma annuale 2016), attualmente in fase di predisposizione.

documenti di riferimento
Dlgs 26 giugno 2015, n. 105

Attuazione della direttiva 2012/18/Ue relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose - Seveso III

Dgr Toscana 24 novembre 2015, n. 1142

Controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose (Seveso III) - Aggiornamento modalità verifiche ispettive

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598