News - Aggiornamento normativo

Disposizioni trasversali/Aua

Milano, 5 aprile 2016

Regione Veneto, più autonomia su rifiuti, acque e Via

Disposizioni trasversali/Aua

(Francesco Petrucci)
Parole chiave Parole chiave: Disposizioni trasversali/Aua | Rifiuti | Via (Pua-Paur) / Vas | Istituzioni | Acque | Autorizzazioni | Rifiuti urbani | Procedure semplificate | Raccolta differenziata / Ecopiazzole | Scarichi

Regione Veneto, più autonomia su rifiuti, acque e Via

La Regione Veneto spinge per avere più autonomia in materia di gestione rifiuti, scarichi acque, valutazione di impatto ambientale avviando i negoziati per avere più poteri di quelli delle altre Regioni a statuto ordinario.

 

Con Dgr 15 marzo 2016, n. 315 la Giunta regionale ha autorizzato il Presidente della Regione ad avviare col Governo il negoziato per definire gli ambiti di maggiore autonomia che potranno essere riconosciuti al Veneto rispetto alle altre Regioni a statuto ordinario e sulla cui base verrà chiesto agli elettori veneti di esprimersi con un referendum consultivo.

 

Tra le proposte in materia ambientale si segnala la volontà della Regione di avere maggiore autonomia su raccolta differenziata dei rifiuti urbani, sui criteri di elaborazione dei piani regionali dei rifiuti (ora di competenza statale) nonché sui criteri di assimilazione degli "speciali" agli "urbani" visto che il Dm statale non è stato ancora emanato. La Regione chiede anche autonomia sulle competenze in materia di autorizzazione agli scarichi e connesse sanzioni, e spinge perché tutti i progetti sottoposti a Via statale ubicati in Regione (allegato II, parte II, Dlgs 152/2006) siano assegnati alla competenza regionale.

documenti di riferimento
Dgr Veneto 15 marzo 2016, n. 315

Autorizzazione ad avviare i negoziati col Governo per una maggiore autonomia regionale anche in campo ambientale

SPECIALE Codice Ambiente (Dlgs 152/2006)
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598