News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 5 gennaio 2017

Rifiuti delle navi, Italia aggiorna modulistica

Rifiuti

(Alessandro Geremei)

A partire dal 4 gennaio 2017 le navi che approdano nei porti italiani devono utilizzare un nuovo modulo di dichiarazione per notificare alle autorità, prima dell'entrata in porto, le informazioni sui rifiuti.

 

Tra le principali novità del formulario introdotto dal DmAmbiente 22 dicembre 2016, che va a sostituire il modello contenuto nell'allegato III del Dlgs 182/2003 (Attuazione della direttiva 2000/59/Ce relativa agli impianti portuali di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi ed i residui del carico), si segnala l'obbligo di fornire dati esatti sui tipi e i quantitativi (in m3) dei rifiuti conferiti nell'ultimo porto di approdo.

 

Il decreto 22 dicembre 2016, che arriva in recepimento di quanto stabilito a livello europeo della direttiva 2015/2087/Ue, provvede inoltre ad adattare l'elenco dei rifiuti contenuti nel modulo alla più recente e dettagliata classificazione adottata, a livello mondiale, dall'Organizzazione marittima internazionale (Imo).

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2000/59/Ce

Impianti portuali di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi e i residui di carico

Direttiva Commissione Ue 2015/2087/Ue

Rifiuti prodotti dalle navi - Modifica dell'allegato II della direttiva 2000/59/Ce

Dm Ambiente 22 dicembre 2016

Impianti portuali di raccolta rifiuti prodotti dalle navi - Informazioni da notificare prima dell'entrata nel porto - Modifica allegato III, Dlgs 182/2003

Dlgs 24 giugno 2003, n. 182

Attuazione della direttiva 2000/59/Ce sui rifiuti prodotti dalle navi

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598