News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 23 febbraio 2017

Pneumatici fuori uso da demolizione veicoli, aumentano contributi

Rifiuti (Normativa Vigente)

(Alessandro Geremei)

Pneumatici fuori uso da demolizione veicoli, aumentano contributi

Dal 16 febbraio 2017 si applicano i nuovi importi – maggiorati fino al 62% - dei contributi che gli acquirenti di nuovi veicoli devono pagare per la gestione dei Pfu provenienti dai veicoli fuori uso.

 

I nuovi importi sono stati stabiliti dal decreto direttoriale 12/2017 del MinAmbiente, efficace dal 16 febbraio 2017, che ha approvato i nuovi contributi da applicare per i Pfu derivanti dalla demolizione dei veicoli a fine vita (differenti dai contributi applicabili agli pneumatici del "mercato del ricambio"), ai sensi dell'articolo 7 del Dm 82/2011 (Regolamento Pfu).

 

In netta controtendenza con il passato (negli ultimi tre anni i contributi erano costantemente scesi), il decreto stabilisce un incremento dell'importo del contributo pari al 62% (da 0,26 euro a 0,42 euro) per gli pneumatici dei ciclomotori e dei motoveicoli (categoria A1), al 51% (da 1,81 euro a 2,74 euro) per gli pneumatici degli autoveicoli (B1), al 38% (da 7,76 euro a 10,73 euro la categoria C1, da 14,33 euro a 19,82 euro la categoria C2) per gli pneumatici degli autocarri e al 61% per tutte e cinque le categorie degli pneumatici delle macchine agricole, operatrici e industriali (dalla D0 che passa da 0,3 euro a 0,48 euro alla D6 che passa da 39,37 euro a 63,35 euro).

documenti di riferimento
Decreto direttoriale MinAmbiente 31 gennaio 2017, n. 12

Approvazione del contributo 2017 per la gestione dei pneumatici fuori uso (Pfu) da demolizione veicoli a fine vita

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598