News - Aggiornamento normativo

Danno ambientale e bonifiche

Milano, 5 settembre 2017 - 16:16

Delitti ambientali, ogni inquinamento significativo e misurabile legittima sequestro

Danno ambientale e bonifiche (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Delitti ambientali, ogni inquinamento significativo e misurabile legittima sequestro

Ogni compromissione o deterioramento dell'ambiente significativo e misurabile è condizione sufficiente del "fumus" del delitto di inquinamento ambientale (articolo 425-bis. C.p.) che legittima il sequestro preventivo.

 

Lo ha ribadito la Corte di Cassazione nella sentenza 10 agosto 2017, n. 39078 confermando il sequestro preventivo di un depuratore che versava in un corpo idrico recettore reflui maleodoranti configurando una ipotesi di inquinamento ambientale ex articolo 452-bis, Codice penale. Il ricorrente lamentava l'illegittimità del sequestro per il fatto che la compromissione o il deterioramento dell'ambiente non fossero "significativi e misurabili", visto che non erano rilevanti ed erano stati episodici.

 

Per i Supremi Giudici, ai fini del "fumus commissi delicti" (probabilità di consumazione del reato) che legittima il sequestro preventivo, la situazione di compromissione o deterioramento dell'ambiente deve essere significativa (quindi apprezzabile qualitativamente) e misurabile (quindi apprezzabile quantitativamente) in tutti i casi in cui si verifichi. Nel caso di specie la misurabilità è consistita nel prelievo dei campioni e nella loro analisi per ben tre volte, la significatività è stata apprezzata dai Giudici del merito anche tenuto conto del danno alla collettività documentato dalle lamentele dei cittadini.

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Cassazione 10 agosto 2017, n. 39078

Inquinamento ambientale - Articolo 425-bis, Codice penale - Scarico reflui fognari maleodoranti da un depuratore - Sequestro preventivo - Condizioni - Fumus commissi delicti - Compromissione o deterioramento significativo e misurabile dell'ambiente - Accertamento - Eventi non rilevanti ed episodici - Irrilevanza

Legge 22 maggio 2015, n. 68

Disposizioni in materia di delitti contro l'ambiente - Modifiche al C.p. - Disciplina sanzionatoria degli illeciti amministrativi e penali in materia di tutela ambientale - Modifiche al Dlgs 152/2006

Regio decreto 19 ottobre 1930, n. 1398

Codice penale - Stralcio - Norme attinenti agli illeciti ambientali e alla sicurezza sul lavoro

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598