News - Aggiornamento normativo

Responsabilità 231

Milano, 26 ottobre 2017 - 11:36

Whistleblowing, Parlamento Ue spinge per regole comunitarie

Responsabilità 231 (Documentazione Complementare)

(Francesco Petrucci)

Whistleblowing, Parlamento Ue spinge per regole comunitarie

Assicurare adeguata protezione alle persone che divulgano informazioni riservate segnalando reati e minacce per ambiente e salute è quanto chiede il Parlamento europeo nella relazione votata il 24 ottobre 2017.

 

Nella proposta di relazione approvata a larga maggioranza il Parlamento chiede che la Commissione vari una proposta legislativa che regoli il cosiddetto "whistleblowing" a livello generale europeo, varando misure per proteggere gli informatori che agendo nell'interesse pubblico, divulgano informazioni riservate di imprese e organismi pubblici. Le segnalazioni non devono limitarsi solo a fatti contrari alla legge, ma l'interesse pubblico dovrebbe coprire anche le rivelazioni relative ad attività che comportano minacce per l'ambiente e la salute.

 

Il Parlamento chiede che la proposta legislativa della Commissione deve avere l'obiettivo di fornire adeguata protezione e tutela della privacy agli informatori (siano essi dipendenti pubblici o privati, i consulenti o lavoratori autonomi). Utile sarebbe, inoltre, istituire meccanismi di segnalazione chiari in seno alle organizzazioni allo scopo di consentire le segnalazioni interne, nonché un meccanismo di segnalazione a una Autorità pubblica. Si ricorda che in Italia è attualmente in discussione in Parlamento un Ddl sul "whistleblowing" (Atto Camera 3365-B) il quale prevede misure più lievi di quel che chiede il Parlamento Ue.

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598