News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 17 gennaio 2018 - 16:10

Rifiuti delle navi, in pista proposta direttiva su impianti portuali di raccolta

Rifiuti (Normativa in Cantiere)

(Francesco Petrucci)

Rifiuti delle navi, in pista proposta direttiva su impianti portuali di raccolta

Il 16 gennaio 2018 la Commissione europea ha licenziato una proposta di direttiva sugli impianti portuali di raccolta rifiuti delle navi che sarà trasmessa a Parlamento e Consiglio Ue per l'approvazione.

 

La proposta di direttiva andrà a sostituire la storica direttiva 2000/59/Ue sugli impianti portuali di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi. Il provvedimento intende allineare il più possibile il regime dell'Ue con la Convenzione di Marpol del 1973 sulla prevenzione dell'inquinamento provocato dalle navi.

 

Siccome dalla direttiva del 2000 oramai sono passati oltre 17 anni e nel frattempo la Convenzione Marpol ha subito diverse modifiche e integrazioni e poiché gli Stati membri si affidano sempre più alla Convenzione internazionale (l'Italia ha aderito con legge 57/2006), occorre adeguare le norme Ue a tutte le novità intervenute a livello internazionale. La proposta di direttiva mira a raggiungere un livello più elevato di protezione dell'ambiente marino riducendo gli scarichi di rifiuti in mare, nonché migliorare l'efficienza delle operazioni marittime nel porto riducendo gli oneri amministrativi.

documenti di riferimento
Legge 6 febbraio 2006, n. 57 

Adesione al Protocollo del 1997 alla Convenzione di Marpol

Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2000/59/Ce

Impianti portuali di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi e i residui di carico

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598