News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 31 gennaio 2018 - 14:15

Trasporto rifiuti non autorizzato, anche singola condotta integra illecito

Rifiuti (Giurisprudenza)

(Costanza Kenda)

Trasporto rifiuti non autorizzato, anche singola condotta integra illecito

La natura di reato istantaneo del trasporto illecito di rifiuti (articolo 256, Dlgs 152/2006) comporta che sia sufficiente la singola condotta/il singolo trasporto ad integrare la fattispecie incriminatrice.

 

La Suprema Corte ha con sentenza 30 gennaio 2018, n. 4189 evidenziato come il reato di trasporto di rifiuti senza autorizzazione, ex articolo 256, comma 1, Dlgs 152/2006, si perfezioni nel momento in cui si realizza la singola condotta (reato istantaneo; in contrapposizione ai reati permanenti che richiedono viceversa una pluralità di azioni).

 

Nel caso in esame, la Suprema Corte ha confermato la condanna dell'imputato toscano, che senza autorizzazione trasportava e abbandonava rifiuti speciali (detriti da costruzione); non avendo potuto invocare l'occasionalità della condotta.

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Cassazione, 30 gennaio 2018, n. 4189

Rifiuti - Trasporto illecito materiali edili - Articolo 256, Dlgs 152/2006 - Reato istantaneo - Sussistenza - Condotta singola - Sufficienza - Istituto tenuità del fatto ex articolo 131-bis Codice penale - Inapplicabilità

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Regio decreto 19 ottobre 1930, n. 1398

Codice penale - Stralcio - Norme attinenti agli illeciti ambientali e alla sicurezza sul lavoro

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598