News - Aggiornamento normativo

Sicurezza sul lavoro

Milano, 26 marzo 2018 - 12:02

Violazione sicurezza lavoro, per impianti sequestrati stop dalla Consulta

Sicurezza sul lavoro (Giurisprudenza)

(Costanza Kenda)

Violazione sicurezza lavoro, per impianti sequestrati stop dalla Consulta

Il proseguimento di attività in stabilimenti interessati da un provvedimento di sequestro per reati in violazione di norme antinfortunistiche è da ritenersi incostituzionale, poiché la sicurezza sul lavoro è un diritto costituzionalmente garantito.

 

La Corte Costituzionale, con sentenza 23 marzo 2018, n. 58, ha ritenuto incostituzionali l'articolo 3, Dl 92/2015 (cd. Salva-Ilva), gli articoli 1, comma 2 e 21-octies della legge 132/2015 poiché facevano salvi gli atti e i provvedimenti secondo cui  l'esercizio dell'attività di impresa degli stabilimenti di interesse strategico nazionale non è impedito dal provvedimento di sequestro quando lo stesso si riferisca ad ipotesi di reato inerenti alla sicurezza dei lavoratori.

 

La Consulta ritiene che il Legislatore abbia privilegiato in modo eccessivo l'interesse alla prosecuzione dell'attività produttiva, trascurando del tutto le esigenze di diritti costituzionali inviolabili legati alla tutela della salute e della vita stessa (articoli 2 e 32 Costituzione), cui deve ritenersi inscindibilmente connesso il diritto al lavoro in ambiente sicuro e non pericoloso (articolo 4 e 35 Costituzione).

documenti di riferimento
Sentenza Corte Costituzionale 23 marzo 2018, n. 58

Sicurezza sul lavoro - Sequestro impianto  per reati inerenti la sicurezza dei lavoratori - Prosecuzione attività ex articolo 3, Dl 92/2015 - Conferma ex articolo 21-octies, legge 132/2015 (conversione in legge del Dl 83/2015) - Incostituzionalità - Contrasto con articoli 2, 32, 4, 35 Costituzione - Sussistenza

 

Dl 4 luglio 2015, n. 92

Misure urgenti in materia di rifiuti e di Aia, nonché per l'esercizio dell'attività d'impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale

Legge 6 agosto 2015, n. 132

Conversione in legge del Dl 83/2015 recante misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'Amministrazione giudiziaria - Stralcio - Disposizioni sulle imprese di rilevanza strategica nazionale

Dl 27 giugno 2015, n. 83

Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'Amministrazione giudiziaria - Stralcio - Modifiche al Codice del processo amministrativo e disposizioni sulle imprese strategiche di interesse nazionale

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598