News - Aggiornamento normativo

Acque

Milano, 21 maggio 2018 - 14:05

Trattamento acque reflue urbane, Italia a rischio di sanzioni Ue

Acque (Attualità)

(Alessandro Geremei)

Trattamento acque reflue urbane, Italia a rischio di sanzioni Ue

La Commissione europea "si appresta ad inviare" all'Italia un ultimo richiamo affinché completi il sistema di trattamento delle acque reflue urbane in tutti gli agglomerati con popolazione superiore a 10mila abitanti.

 

Secondo quanto precisato dalla stessa Commissione Ue con un comunicato pubblicato il 17 maggio 2018 ("Scheda informativa relativa al pacchetto infrazioni di maggio"), a quattro anni di distanza dalla sentenza (causa C-85/13) con cui la Corte di Giustizia Ue ha condannato il nostro Paese per la mancata realizzazione delle reti fognarie e il mancato trattamento preventivo delle acque reflue urbane provenienti da 41 agglomerati (suddivisi tra 12 Regioni italiane) con più di 10mila abitanti equivalenti, in violazione della direttiva 91/271/Cee, quattordici agglomerati ancora non risultano in regola.

 

Il nostro Paese avrà 2 mesi di tempo per rispondere alla lettera di costituzione in mora, cui farà seguito, nel caso la Commissione non si ritenga soddisfatta dei chiarimenti ricevuti, l'invio di un parere motivato e il nuovo deferimento dell'Italia davanti alla Corte di Giustizia, con richiesta di irrogazione delle sanzioni pecuniarie.

 

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Giustizia Ue 10 aprile 2014, causa C-85/13

Direttiva 91/271/Cee – Trattamento delle acque reflue urbane – Articoli da 3 a 5 e 10 – Allegato I, sezioni A e B - Inadempimento dell'Italia - Sussiste

Direttiva Consiglio Ue 91/271/Cee

Trattamento delle acque reflue urbane

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte III - Norme in materia di difesa del suolo e lotta alla desertificazione, di tutela delle acque dall'inquinamento e di gestione delle risorse idriche

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598