News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 26 ottobre 2018 - 12:20

Rifiuti sanitari, qualifica dipende da effettiva provenienza

Rifiuti (Giurisprudenza)

(Alessandro Geremei)

Rifiuti sanitari, qualifica dipende da effettiva provenienza

Per applicare la disciplina specifica dei rifiuti sanitari (Dpr 254/2003) bisogna accertare in fatto le caratteristiche concrete della struttura dalla quale essi provengono.

 

A ricordarlo è la Corte di Cassazione (sentenza 38792/2018) che, in applicazione di tale principio, ha deciso di rinviare al Tribunale di Agrigento, per un nuovo giudizio di merito, una sentenza di condanna per smaltimento non autorizzato di rifiuti pericolosi e non pericolosi (articolo 256, comma 1, Dlgs 152/2006) basata, secondo il ricorrente in giudizio, sull'erroneo assunto secondo cui la classificazione di "rifiuto sanitario" dipenderebbe solo dal tipo di prodotto e/o rifiuto, a prescindere dall'uso — terapeutico o meno — alla quale lo stesso è stato destinato.

 

A tal proposito, la Suprema Corte sottolinea come la clausola di salvezza della disciplina specifica dei rifiuti sanitari (Dpr 254/2003), contenuta all'interno del "Codice ambientale" (articolo 227, comma 1, lettera b), imponga l'accertamento in via preventiva delle caratteristiche concrete della struttura di provenienza dei rifiuti (nel caso specifico, una comunità alloggio per l'assistenza di soggetti affetti da disabilità psichica, non facente parte del Servizio sanitario nazionale) e la successiva individuazione del regime normativo applicabile al trattamento dei rifiuti, compiti invece completamente pretermessi dal Tribunale siciliano.

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Cassazione 22 agosto 2018, n. 38792

Rifiuti sanitari – Disciplina specifica – Dpr 254/2003 – Clausola di salvezza contenuta nel "Codice ambientale" – Articolo 227, comma 1, Dlgs 152/2006 - Applicabilità – Accertamento in via preventiva delle caratteristiche concrete della struttura di produzione dei rifiuti – Individuazione del regime normativo applicabile ai rifiuti – Obbligatorietà - Sussistenza

Dpr 15 luglio 2003, n. 254

Regolamento recante disciplina della gestione dei rifiuti sanitari

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598