News - Aggiornamento normativo

Responsabilità 231

Milano, 12 dicembre 2018 - 15:21

Responsabilità 231, Parlamento ipotizza obbligo adozione modello organizzativo

Responsabilità 231 (Normativa in Cantiere)

(Francesco Petrucci)

Responsabilità 231, Parlamento ipotizza obbligo adozione modello organizzativo

È al vaglio del Senato da fine settembre 2018 un Ddl di modifica del Dlgs 231/2001 sulla responsabilità degli Enti per reati dei dipendenti che rende obbligatorio per le aziende il "modello organizzativo 231".

 

Il disegno di legge (atto Senato n. 726) modificando l'articolo 1 del Dlgs 231/2001 prevede l'obbligo per le società di capitali di adottare il modello di organizzazione e gestione 231 e di nominare l'organismo di vigilanza. Attualmente l'adozione del "modello organizzativo 231" è facoltativa ma largamente adottata dalle grosse società. Il modello di organizzazione e gestione 231, se adottato ed efficacemente applicato in azienda può esonerare l'Ente da responsabilità nel caso manager o dipendenti si rendano responsabili di un "reato presupposto" (tra cui diversi reati "ambientali") commesso a vantaggio o nell'interesse della società. L'organismo di vigilanza – la cui nomina il Ddl in parola renderebbe obbligatoria – si occupa invece di vigilare costantemente sull'applicazione del modello organizzativo, sulla sua efficacia e attuazione e sul suo aggiornamento in caso di necessità.

 

Secondo quanto previsto dal disegno di legge in parola l'obbligo di adozione del modello organizzativo 231 e l'obbligo di nomina dell'organismo di vigilanza non scatterebbe per le tutte le società di capitali, ma solo per quelle di una certa minima consistenza patrimoniale. Si tratta delle società che anche solo in uno degli ultimi tre esercizi abbiano riportato un totale dell'attivo dello stato patrimoniale non inferiore a 4.400.000 euro, o ricavi delle vendite e delle prestazioni non inferiori ad 8.800.000 euro.

documenti di riferimento
Dlgs 8 giugno 2001, n. 231

Responsabilità amministrativa Organizzazioni collettive - Stralcio (Disciplina generale - Reati ambientali - Violazione norme sicurezza sul lavoro - Altri reati "presupposto" afferenti)

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598