News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 3 gennaio 2019 - 11:01

Tariffe Tari, anche nel 2019 si applica criterio medio ordinario

Rifiuti (Normativa Vigente)

(Francesco Petrucci)

Tariffe Tari, anche nel 2019 si applica criterio medio ordinario

Nuova proroga a tutto il 2019 della possibilità per i Comuni di determinare la Tari (tassa rifiuti) in base al criterio medio ordinario, secondo quanto previsto dalla legge di bilancio 2019.

 

L'articolo 1, comma 1093 della legge di bilancio 2019 (legge 145/2018) nel modificare l'articolo 1, comma 652, della legge 147/2013 ha prorogato al 2019 la possibilità per i Comuni di determinare la Tari sulla base del criterio medio-ordinario (ovvero in base alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte)

 

Viene dunque rinviata al 2020 l'applicazione generale del cosiddetto metodo normalizzato per cui il tributo è determinato in relazione all'effettiva quantità di rifiuti prodotti, in base al principio Ue "chi inquina paga". La tassa rifiuti (Tari) è stata introdotta dalla legge 147/2013 ed è in vigore da gennaio 2014.

documenti di riferimento
Legge 30 dicembre 2018, n. 145

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale 2019/2021 - Stralcio - Disposizioni in materia di rifiuti, acque, appalti, energia, territorio, trasporti, inquinamento acustico

Legge 27 dicembre 2013, n. 147

Legge di stabilità 2014 - Stralcio - Misure in materia di bonifiche, tassa rifiuti, servizi locali, energia, efficienza energetica in edilizia e appalti

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598