News - Aggiornamento normativo

Territorio

Milano, 13 febbraio 2019 - 15:12

Impatto paesaggistico, opera balneare stagionale va rimossa a fine periodo

Territorio (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Impatto paesaggistico, opera balneare stagionale va rimossa a fine periodo

L'autorizzazione paesaggistica concessa relativamente a manufatti balneari amovibili realizzati sul demanio purché "stagionali" implica l'obbligo di rimozione a fine periodo.

 

Il Consiglio di Stato (sentenza 30 gennaio 2019, n. 738) ha accolto il ricorso della Soprintendenza della Puglia contro il mantenimento per l'intero anno di una struttura balneare rimovibile che in realtà era stata autorizzata solo per la stagione estiva. La società ricorrente sosteneva che la Lr 17/2015 della Puglia consente agli stabilimenti balneari di mantenere tutto l'anno i manufatti, purché essi siano di facile rimozione. Per i Giudici tale disposizione regionale non concede una presunzione di mantenimento stagionale dei manufatti ma presuppone che il provvedimento autorizzatorio motivi adeguatamente le ragioni del mantenimento per la stagione.

 

Nel caso di specie il provvedimento di autorizzazione del Comune pugliese alla società balneare ricalcava l'autorizzazione della Soprintendenza che assentiva l'intervento come compatibile col Piano paesaggistico territoriale solo in quanto temporaneo e da rimuovere a fine stagione. La legge della Puglia 17/2015 quindi va letta e coordinata con la disciplina dell'autorizzazione paesaggistica ex articolo 146, Dlgs 42/2004, che in questo caso autorizzava la permanenza solo stagionale dei manufatti.

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598