News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 12 aprile 2019 - 11:39

Inventario dei rifiuti nucleari, il 30% è nel Lazio

Rifiuti (Documentazione Complementare)

(Francesco Petrucci)

Inventario dei rifiuti nucleari, il 30% è nel Lazio

L'Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (Isin) ha diffuso il 4 aprile 2019 l'edizione 2019 dell'Inventario nazionale dei rifiuti radioattivi, il 30% dei rifiuti è nel Lazio.

 

Questa edizione dell'Inventario è la prima predisposta dall'Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (Isin), operativo dal 2018 e che svolge, ai sensi del Dlgs 45/2014 le funzioni di Autorità di regolamentazione competente per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (funzioni prima svolte da Ispra). Nel documento si ricorda che comunque più del 90% del combustibile irraggiato delle quattro centrali nucleari nazionali dismesse non si trova più in Italia, ma è stato inviato in Francia e Gran Bretagna, dove è stato riprocessato. Una quota è diventata materiale riutilizzabile, la parte residua, considerata rifiuto radioattivo, è stata stoccata in contenitori che faranno rientro nel nostro Paese. Il restante combustibile esaurito, non inviato all'estero e che ammonta oggi a sole 16 tonnellate.

 

La Regione con la maggiore quantità di rifiuti radioattivi è il Lazio (30,30% del totale), seguita da Lombardia (19,26%) e Piemonte (16,73%) L'inventario è predisposto sulla base dei dati trasmessi annualmente dai diversi operatori, ai quali compete la responsabilità primaria della detenzione e gestione in sicurezza dei rifiuti stessi. L'Inventario è aggiornato al 31 dicembre 2017. Infine sono inseriti nell'inventario anche i "materiali e rifiuti radioattivi derivanti da attività di bonifica".

documenti di riferimento
Documento Isin marzo 2019

Inventario nazionale dei rifiuti radioattivi - Edizione 2019

Dlgs 4 marzo 2014, n. 45

Quadro comunitario per la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi - Attuazione della direttiva 2011/70/Euratom

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598