News - Aggiornamento normativo

Appalti e acquisti verdi

Milano, 3 maggio 2019 - 15:16

Dl "Sblocca cantieri", tempi "ambientali" dimezzati per infrastrutture prioritarie

Appalti e acquisti verdi (Normativa Vigente)

(Francesco Petrucci)
Parole chiave Parole chiave: Territorio | Procedure semplificate | Autorizzazioni | Via/Vas | Ippc/Aia | Appalti e acquisti verdi | Beni culturali e paesaggistici | Infrastrutture/Reti

Dl "Sblocca cantieri", tempi "ambientali" dimezzati per infrastrutture prioritarie

Interventi infrastrutturali prioritari con tempi dimezzati per i procedimenti ambientali secondo quanto prevede l'articolo 4 del Dl 32/2019, "Sblocca Cantieri".

 

Il provvedimento, in vigore dal 1° maggio 2019 stabilisce la nomina, da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri di uno o più Commissari straordinari per gli interventi infrastrutturali ritenuti prioritari. I Commissari, allo scopo di "sbloccare i cantieri", provvedono, tra l'altro, all'eventuale rielaborazione e approvazione dei progetti non ancora appaltati. L'approvazione sostituisce tutti gli atti, autorizzazioni, nulla osta o pareri necessari per l'avvio o la prosecuzione dei lavori, fatta eccezione per quelli relativi alla tutela di beni culturali e paesaggistici e per quelli di tutela ambientale.

 

Peraltro in materia di tutela di beni culturali e paesaggistici viene stabilito il principio del silenzio-assenso (che scatta decorsi 60 giorni senza che la P.A. si sia espressa). Si ricorda che per l'autorizzazione paesaggistica i termini ordinari totali sono di 105 giorni. In materia di tutela ambientale invece i termini dei relativi procedimenti sono dimezzati. Questo "taglio dei tempi" riguarda in particolare le autorizzazioni ex Dlgs 152/2006: la valutazione ambientale strategica (150 giorni il termine ordinario), la valutazione di impatto ambientale (tempi ordinari di 195 giorni), l'autorizzazione integrata ambientale (termine ordinario di 150 giorni).

documenti di riferimento
Dlgs 18 aprile 2016, n. 50

Codice dei contratti pubblici - Attuazione direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2014/25/Ue su concessioni e appalti pubblici

Dl 18 aprile 2019, n. 32

Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana (cd. "Sblocca Cantieri") - Stralcio - Modifiche al Dlgs 50/2016 (Codice appalti) e al Dlgs 152/2006 (Codice ambientale - Norme sulla cessazione della qualifica di rifiuti - "End of waste") e al Dpr 380/2001 - Disposizioni in materia di terre e rocce da scavo

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598