News - Aggiornamento normativo

Responsabilità 231

Milano, 4 giugno 2019 - 14:15

Responsabilità 231, costituzione parte civile nei confronti dell'Ente

Responsabilità 231 (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Responsabilità 231, costituzione parte civile nei confronti dell'Ente

In una decisione del maggio 2019 un Tribunale pugliese ha ammesso la costituzione di parte civile nel processo a carico dell'Ente incolpato di illecito amministrativo ex Dlgs 231/2001 per un incidente su rotaie.

Nell'ordinanza del Tribunale di Trani 7 maggio 2019 è stata ammessa la costituzione di parte civile nei confronti di una società ferroviaria imputata dell'illecito amministrativo da reato-presupposto di cui all'articolo 25-septies (lesioni colpose derivate da violazione di norme sulla sicurezza sul lavoro) commesso dai dipendenti dell'ente. Il Tribunale ha revocato l'ordinanza del Giudice dell'udienza preliminare che aveva dichiarato inammissibile la costituzione di parte civile contro l'ente.

 

I Tribunale, nell'accogliere la richiesta dei ricorrenti ha aderito a una tesi "estensiva" sull'ammissibilità di costituzione di parte civile (il cui presupposto è la commissione di un reato) richiamandosi all'intero impianto normativo del Dlgs 231/2001, alla stretta connessione tra reato e responsabilità da reato dell'Ente sia con riferimento ai criteri d'imputazione oggettiva dei reati all'Ente (articolo 5, Dlgs 231/2001) sia con riguardo a tutte le norme del Dlgs 231/2001 che prevedono che la responsabilità dell'Ente è collegata a un reato. Inconferente il richiamo alla sentenza della Corte Ue 12 luglio 2012, causa c-79/11, dato che se è vero che la Corte ha detto che le persone offese da un illecito amministrativo ex Dlgs 231/2001 non sono "vittime del reato" cui si può applicare la direttiva 2001/220/Gai (articolo 9 sul risarcimento delle vittime da reato), non di meno non ha stabilito che nel "sistema 231" italiano la vittima di un illecito realizzato dall'Ente non possa chiedere il risarcimento danni all'Ente nell'ambito di un procedimento penale a suo carico, davanti al Giudice competente ex articolo 36, Dlgs 231/2001.

documenti di riferimento
Ordinanza Tribunale di Trani 7 maggio 2019

Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche - Dlgs 231/2001 - Procedimento a carico dell’Ente - Morte o lesioni colpose a causa di violazione di norme sulla sicurezza sul lavoro - Articolo 25-septies, Dlgs 231/2001 - Risarcimento della vittima del reato - Costituzione di parte civile nel processo a carico della persona giuridica - Articolo 36, Dlgs 231/2001 - Ammissibilità - Sussistenza

Dlgs 8 giugno 2001, n. 231

Responsabilità amministrativa Organizzazioni collettive - Stralcio (Disciplina generale - Reati ambientali - Violazione norme sicurezza sul lavoro - Altri reati "presupposto" afferenti)

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598