News - Aggiornamento normativo

Appalti e acquisti verdi

Milano, 5 giugno 2019 - 17:25 (Ultimo aggiornamento: 06/06/2019 - ore: 12:41)

Ddl conversione "Dl Sblocca cantieri", nuovi interventi sul Codice appalti

Appalti e acquisti verdi (Normativa in Cantiere)

(Francesco Petrucci)

Ddl conversione "Dl Sblocca cantieri", nuovi interventi sul Codice appalti

Se il Dl 32/2019 (Sblocca cantieri) ha modificato in più punti al Dlgs 50/2016, il Ddl di conversione approvato dal Senato il 6 giugno 2019 introduce altre novità, compreso lo "stop" di 2 anni per alcune norme.

 

Da quanto emergerebbe dal testo approvato in aula il 6 giugno 2019 (il provvedimento sarà trasmesso alla Camera per la discussione e votazione) è previsto uno "stop" di due anni (fino al 2020) per l'operatività di alcuni articoli del Dlgs 50/2016: tra le misure, fino al 2020 sarà consentito l'affidamento congiunto della progettazione ed esecuzione dei lavori (appalto integrato); sempre fino al 2020 i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria potranno essere affidati sulla base del progetto definitivo, a meno che non prevedano il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali delle opere o di impianti.

 

Novità rispetto al Dl 32/2019 anche per le modalità di affidamento di lavori, servizi e forniture sotto la "soglia comunitaria": per le gare di importo compreso tra 40mila e 150mila euro (lavori) o fino a 221mila euro (servizi e forniture) scatta l'affidamento diretto previa consultazione, ove esistenti, di almeno 3 operatori economici per i lavori e di almeno 5 operatori per i servizi e le forniture. Procedura negoziata con consultazione di almeno 10 operatori economici per le gare di importo compreso tra 150mila euro e 350mila euro, mentre dai 350mila euro a 1 milione di euro scatta la procedura negoziata previa consultazione, ove esistenti, di almeno 15 operatori economici. Sopra 1 milione di euro (per i lavori) o sopra le soglie comunitarie per servizi e forniture si ricorre alle procedure ordinarie.

 

Nei servizi sotto "soglia comunitaria" si utilizza il criterio del minor prezzo oppure il metodo dell'offerta economicamente più vantaggiosa: in quest'ultimo caso non occorre più motivare la scelta come prevede ora il Dlgs 50/2016 come modificato dal Dl 32/2019.

documenti di riferimento
Dlgs 18 aprile 2016, n. 50

Codice dei contratti pubblici - Attuazione direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2014/25/Ue su concessioni e appalti pubblici

Dl 18 aprile 2019, n. 32

Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana (cd. "Sblocca Cantieri") - Stralcio - Modifiche al Dlgs 50/2016 (Codice appalti) e al Dlgs 152/2006 (Codice ambientale - Norme sulla cessazione della qualifica di rifiuti - "End of waste") e al Dpr 380/2001 - Disposizioni in materia di terre e rocce da scavo

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598