News - Aggiornamento normativo

Territorio

Milano, 6 giugno 2019 - 11:00

Fertilizzanti, disciplina nazionale aggiornata da 6/6/2019

Territorio (Normativa Vigente)

(Alessandro Geremei)

Fertilizzanti, disciplina nazionale aggiornata da 6/6/2019

Dal 6 giugno 2019, le sostanze di calcinazione entrano a far parte dei fertilizzanti idonei all'uso in agricoltura biologica e il compost esausto da fungicoltura nell'elenco degli ammendanti ex Dlgs 75/2010.

 

Sono queste le principali novità stabilite da due decreti approvati dal MinPolitiche agricole il 26 marzo 2019 attraverso la modifica e l'integrazione di vari allegati del Dlgs 75/2010, provvedimento di "Riordino della disciplina in materia di fertilizzanti".

 

In particolare, il primo dei due Dm integra la tabella 1 (Concimi Ce — Elenco dei fertilizzanti idonei all'uso in agricoltura biologica) dell'allegato 13 al Dlgs 75/2010 con una una nuova sezione G dedicata alle "sostanze di calcinazione" (calce naturale e calce ottenute da processi industriali); nello stesso allegato, viene inoltre ritoccato l'elenco dei concimi nazionali (due nuove entrate) e quello dei prodotti ad azione specifica (cambia il regime dell'idrolizzato proteico). Il secondo decreto integra nell'allegato 2 (Ammendanti) e 7 (Tolleranze) il compost esausto da fungicoltura.

 

In entrambi i casi, agli operatori viene concesso tempo fino al 6 giugno 2020 (un anno dall’entrata in vigore del provvedimento) per smaltire le scorte di fertilizzanti nazionali prodotti in conformità alla disciplina previgente.

documenti di riferimento
Dm Politiche agricole 26 marzo 2019

Riordino e revisione delle discipline in materia di fertilizzanti - Aggiornamento dell'allegato 13 al Dlgs 75/2010

Dm Politiche agricole 26 marzo 2019

Riordino e revisione della disciplina in materia di fertilizzanti - Aggiornamento degli allegati 2, 6 e 7 al Dlgs 75/2010

Dlgs 29 aprile 2010, n. 75

Riordino della disciplina in materia di fertilizzanti

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598