News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 7 giugno 2019 - 11:39

Rifiuti urbani, concessionario revocato per mafia legittima affidamento urgente

Rifiuti (Giurisprudenza)

(Alessandro Geremei)

Rifiuti urbani, concessionario revocato per mafia legittima affidamento urgente

Se il concessionario del servizio di raccolta dei rifiuti urbani viene attinto da informativa antimafia definitiva, il Sindaco può ordinare l'affidamento del servizio in via diretta e temporanea.

 

Il tutto, precisa la Corte di Cassazione nella sentenza 24898/2019, a condizione che l'ordinanza sindacale contingibile ed urgente di affidamento, adottata ai sensi dell'articolo 191 del Dlgs 152/2006, rechi una adeguata motivazione circa la ricorrenza dei presupposti di "eccezionale ed urgente necessità di tutela della salute pubblica e dell’ambiente" legittimanti l’esercizio concreto della potestà sindacale, in luogo dell'attivazione delle procedure di gara — e delle procedure negoziate senza previa pubblicazione — previste dal Dlgs 50/2016, "Codice dei contratti pubblici".

 

La P.a., ricorda preliminarmente il Giudice, è sempre obbligata a revocare il contratto di appalto siglato con una impresa in relazione alla quale la Prefettura accerti successivamente infiltrazioni mafiose, salvo quando ricorrono le "remote e residuali" ipotesi di deroga ex lege per superiore interesse pubblico.

 

Ha quindi errato il Tribunale di Catanzaro nel confermare la legittimità di un'ordinanza per l'affidamento diretto del servizio rifiuti senza aver prima verificato la ricorrenza dei presupposti per l'emanazione dell'atto e, in particolare, le ragioni di esclusione delle procedure di scelta del contraente ex Dlgs 50/2016.

documenti di riferimento
Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Sentenza Corte di Cassazione 4 giugno 2019, n. 24898

Rifiuti urbani - Affidamento del servizio - Impresa attinta da informativa antimafia definitiva - Obbligo di revoca del contratto da parte della P.a. - Sussistenza - Deroghe applicabili nel caso di interesse pubblico - Sussistenza - Situazione temporanea di eccezionale ed urgente necessità di tutela della salute e dell'ambiente - Ordinanza sindacale contingibile ed urgente per affidamento diretto del servizio a nuovo concessionario - Articolo 191, Dlgs 152/2006 - Legittimità - Obbligo di motivazione del mancato utilizzo della procedura negoziata senza pubblicazione del bando di gara ai sensi dell’articolo 63, Dlgs 50/2016 - Sussistenza

Dlgs 18 aprile 2016, n. 50

Codice dei contratti pubblici - Attuazione direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2014/25/Ue su concessioni e appalti pubblici

Dlgs 18 agosto 2000, n. 267

Testo Unico Enti locali - Stralcio

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598