News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 17 giugno 2019 - 15:31

Bruciare polverino in legno per collaudo caldaia non è gestione illecita rifiuti

Rifiuti (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Utilizzare polverino in legno per bruciarlo in una caldaia al solo fine di collaudare l'impianto non è gestione illecita di rifiuti stante la assoluta occasionalità della condotta.

 

La Corte di Cassazione (sentenza 14 giugno 2019, n. 26291) ha annullato la sentenza di condanna del titolare di un'azienda della lavorazione del legno in Emilia Romagna che era stato ritenuto responsabile di smaltimento illecito di rifiuti (articolo 256, Dlgs 152/2006) per avere smaltito polverino in legno derivante dalla sua attività di impresa in un bruciatore al servizio del riscaldamento della struttura. La Corte ha constatato che dagli atti emergeva la assoluta occasionalità della condotta in quanto il polverino in legno era stato bruciato in occasione di tre tentativi di collaudo dell'impianto. La condotta dell'imputato non era dunque quella di smaltire il polverino in legno per riscaldare lo stabile (questa sì illecita senza autorizzazione) ma quella di verificare il funzionamento dell'impianto al fine di un successivo collaudo e futura utilizzazione.

 

Il fatto che in tutte le tre occasioni di collaudo si era avuto un risultato non ritenuto appagante ai fini della verifica di funzionamento dell'impianto esclude la volontà di una condotta che solo in apparenza figurava come collaudo ma che in realtà era diretta allo smaltimento dei rifiuti. Manca quindi, secondo la Suprema Corte, la condotta tipica del reato di gestione illecita di rifiuti, venendo in rilievo invece il requisito della assoluta occasionalità della condotta che impedisce il perfezionarsi dell'illecito.

documenti di riferimento
Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Sentenza Corte di Cassazione 14 giugno 2019, n. 26291

Rifiuti - Smaltimento illecito di rifiuti - Articolo 256, comma 1, Dlgs 152/2006 - Configurabilità del reato - Presupposti - Assoluta non occasionalità della condotta - Smaltimento polverino di legno attraverso abbruciamento in una caldaia ai fini del mero collaudo dell'impianto - Smaltimento assolutamente occasionale - Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti - Esclusione

© Copyright riservato - riproduzione vietata - Edizioni Ambiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598