News - Aggiornamento normativo

Responsabilità 231

Milano, 29 giugno 2019 - 16:18

Ilva di Taranto, scudo "231" per attuazione Piano ambientale

Responsabilità 231 (Normativa in Cantiere)

(Francesco Petrucci)

Ilva di Taranto, scudo "231" per attuazione Piano ambientale

Osservare correttamente il Piano ambientale previsto per l'Ilva di Taranto equivale ad avere adottato un "modello organizzativo 231" che esonera la società da responsabilità per reati dei manager.

 

L'esonero però, come precisa l'articolo 46 del Dl 34/2019 (Dl "Crescita") come convertito definitivamente dalla legge 58/2019 in vigore a partire dal 30 giugno 2019, vale solo per alle condotte connesse all'attuazione dell'Aia, in osservanza delle disposizioni del Piano ambientale di cui al Dpcm 14 marzo 2014 e successive modifiche.

 

Esclusa dunque l'impunità per la violazione delle disposizioni a tutela della salute, dell'incolumità pubblica e della sicurezza sul lavoro. Infatti la norma intervenendo sul comma 6 dell'articolo 2 del Dl 1/2015 circoscrive l'esonero da responsabilità amministrativa dell'ente derivante da reato (ai sensi del Dlgs 231/2001): osservare correttamente le prescrizioni del Piano ambientale nell'attuazione dell'Aia equivale ad adottare ed attuare efficacemente i modelli di organizzazione e gestione previsti dal Dlgs 231/2001.

documenti di riferimento
Dl 30 aprile 2019, n. 34

Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi - Stralcio - Incentivi per il riuso di imballaggi, per l'acquisto di merci prodotte con materiali riciclati - Efficienza energetica e certificati bianchi -  Sviluppo territoriale sostenibile - Uso efficiente risorse

Legge 28 giugno 2019, n. 58

Conversione in legge del Dl 34/2019 recante misure urgenti di crescita economica - Incentivi per il riuso degli imballaggi, per l'acquisto di merci prodotte con materiali riciclati, disposizioni in materia di efficienza energetica e sui certificanti bianchi

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598