News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 29 luglio 2019 - 15:01

“Eow” edilizia, Associazioni chiedono a MinAmbiente regole coerenti con migliori pratiche industriali

Rifiuti (Attualità)

(Vincenzo Dragani)

“Eow” edilizia, Associazioni chiedono a MinAmbiente regole coerenti con migliori pratiche industriali

Formulare un regolamento per l’End of waste dei residui inerti da costruzione e demolizione che concili, come previsto dalla direttiva Ue sui rifiuti, criteri ambientali e tecnico-industriali.

 

Questa la puntale richiesta avanzata da alcune delle principali Associazioni di categoria nazionali (CNA, Confartigianato Imprese, Federbeton con ATECAP, FISE Unicircular, ANPAR, Legacoop Produzione e Servizi, con il supporto di Centro Materia Rinnovabile) mediante una lettera indirizzata nel luglio 2019 al MinAmbiente al fine di accelerare e portare a termine un provvedimento nodale per valorizzare i rifiuti da C&D e rendere le imprese del settore protagoniste dell’economia circolare.

 

Nella missiva si sottolinea come l’articolo 6 della direttiva madre sui rifiuti (la 2008/98/Ce, da ultimo modificata dalla 2018/851/Ue) prevede tra le condizioni generali per l’End of waste dei rifiuti (da declinarsi in criteri specifici per singole tipologie) che i materiali esitati dal recupero soddisfino determinati requisiti tecnici “per gli scopi specifici” cui sono destinati, e non dunque in assoluto.

 

Tale ultima statuizione, emerge dalla lettera, mette dunque in evidenza la necessità di conciliare i criteri ambientali con quelli tecnico-industriali, e mentre lo sviluppo dei primi è di competenza delle Istituzioni preposte, l’elaborazione dei secondi implica necessariamente di considerare le esperienze delle imprese.

 

In questa prospettiva le Associazioni firmatarie si mettono a disposizione del Dicastero per fornire indicazioni tecniche e parametri di qualità, mutuati dalle migliori pratiche industriali e norme tecniche di prodotto, che i materiali "Eow" da edilizia dovrebbero contenere.

documenti di riferimento
Direttiva Parlamento europeo e Consiglio Ue 2008/98/Ce

Direttiva relativa ai rifiuti - Abrogazione direttive 75/439/Cee, 91/689/Cee e 2006/12/Ce

SPECIALE Sottoprodotti, “Mps” & “End of waste”
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente
SPECIALE Economia Circolare
A cura di Vincenzo Dragani e della Redazione Reteambiente
Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598