News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 30 luglio 2019 - 12:00

Pneumatici fuori uso, i conti tornano

Rifiuti (Attualità)

(Alessandro Geremei)

Pneumatici fuori uso, i conti tornano

Nel 2018, a fronte di poco meno di 384mila tonnellate di pneumatici immessi nel mercato del ricambio, produttori e importatori hanno gestito più di 350mila tonnellate di pneumatici fuori uso (Pfu) per destinarli a recupero o smaltimento.

 

I dati sulla "quantità di immesso e gestito 2018", pubblicati sul sito ufficiale del MinAmbiente nei giorni scorsi, si basano sulle comunicazioni inviati dai produttori e dagli importatori di pneumatici, o dalle loro forme associate, in attuazione del Dm 82/2011 (Regolamento Pfu).

 

Stando a tali comunicazioni, a fronte di 383.721,423 tonnellate di pneumatici immesse nel mercato del ricambio nell'anno 2018, produttori e importatori hanno gestito 350.537,704 tonnellate di Pfu (91,4 %). Di queste, la gran parte (più di 309mila tonnellate) è stata gestita tramite le strutture societarie di natura consortile alle quali tali soggetti si sono associati, mentre le restanti 41mila tonnellate sono state gestite direttamente o attraverso l'affidamento a gestori autorizzati.

 

Si ricorda che in base al combinato disposto dall'articolo 228 del Dlgs 152/2006 e dal Dm 82/2011, produttori e importatori sono obbligati a garantire ogni anno la gestione di una quantità di Pfu pari alla quantità di pneumatici immessi nel mercato del ricambio, decurtata, in considerazione del minor peso del Pfu rispetto allo pneumatico nuovo, di una quota del 10%. A partire dall'1/1/2019, in base a quanto stabilito dalla legge 145/2018, tale decurtazione è dimezzata (5%).

 

documenti di riferimento
Dm Ambiente 11 aprile 2011, n. 82

Regolamento per la gestione degli pneumatici fuori uso (Pfu) - Articolo 228 del Dlgs 152/2006

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598