News - Aggiornamento normativo

Rifiuti

Milano, 18 settembre 2019 - 09:40

Abbandono rifiuti, rimozione e gestione devono essere ordinate dal sindaco

Rifiuti (Giurisprudenza)

(Tiziana Giacalone)

Abbandono rifiuti, rimozione e gestione devono essere ordinate dal sindaco

Deve essere adottata in prima persona dal sindaco l’ordinanza di rimozione e smaltimento dei rifiuti abbandonati, prevalendo la disciplina “speciale” ex Dlgs 152/2006 su quella generale ex Dlgs 267/2000.

 

A norma dell’articolo 192 del Dlgs 152/2006, il Tar per il Veneto con la sentenza del 26 agosto 2019, n. 943 ha accolto il ricorso di un Consorzio di bonifica contro l’ordinanza di rimozione, smaltimento rifiuti solidi e limi e per il ripristino dello stato dei luoghi emanata dal responsabile dell’area tecnica del Comune invece che dal sindaco.

 

Il Consorzio, al fine di garantire la tutela del suolo e tenendo conto delle sanzioni anche penali applicabili alla mancata esecuzione dell’ordinanza, aveva inoltre nelle more del giudizio proceduto alla rimozione e allo smaltimento dei materiali, previa approvazione del piano di smaltimento da parte del Comune.  Ma la domanda per il risarcimento danni con riferimento anche alle spese intanto sostenute dal ricorrente e al danno all’immagine dallo stesso Consorzio avanzata non è stata accolta dai giudici amministrativi. Per costante giurisprudenza, infatti, prima del riesercizio del potere amministrativo, che consegue necessariamente all’annullamento dell’ordinanza per vizio di incompetenza, non è  possibile configurare un collegamento causale tra il danno lamentato e il comportamento procedimentale dell’amministrazione.

documenti di riferimento
Sentenza Tar Veneto 26 agosto 2019, n. 943

Rifiuti - Rifiuti solidi e limi - Abbandono - Deposito incontrollato - Ordinanza di rimozione, avvio a smaltimento e ripristino stato dei luoghi ex articolo 192, Dlgs 152/2006 - Adozione - Competenza del sindaco - Sussistenza - Competenza del responsabile area tecnica del Comune - Insussistenza - Illegittimità ordinanza per vizio di competenza - Sussistenza - Domanda del soggetto obbligato per recupero spese di rimozione e smaltimento sostenute in attesa del giudizio e risarcimento danni - Impossibilità di configurare un collegamento causale con il procedimento amministrativo fino a riesercizio dell’azione amministrativa - Sussistenza

Dlgs 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale - Stralcio - Parte IV - Gestione dei rifiuti, imballaggi e bonifica dei siti inquinati

Dlgs 18 agosto 2000, n. 267

Testo Unico Enti locali - Stralcio

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598