News - Aggiornamento normativo

Responsabilità 231

Milano, 12 novembre 2019 - 09:08

Responsabilità 231, assenza sicurezza per lavoratori condanna anche l'Ente

Responsabilità 231 (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Responsabilità 231, assenza sicurezza per lavoratori condanna anche l'Ente

La mancata adozione di sistemi di sicurezza dei macchinari per risparmio costi determina la responsabilità dell'Ente ex Dlgs 231/2001 per l'infortunio del dipendente in violazione delle norme antinfortunistiche.

 

La Cassazione torna con la sentenza 31 ottobre 2019, n. 44399 sulla "responsabilità amministrativa 231" di una società del Veneto ex articolo 25-septies del Dlgs 231/2001 in seguito alla responsabilità del suo amministratore delegato/datore di lavoro per il reato di omicidio colposo di un dipendente causato da un macchinario non conforme ai requisiti di sicurezza previsti dalla vigente normativa sui macchinari (articolo 589, Codice penale e articoli 70 e 87, Dlgs 81/2008).

 

La Cassazione ha confermato la legittimità del giudizio di merito nel quale i Giudici hanno correttamente accertato la mancata realizzazione del "modello organizzativo 231" in conformità al Dlgs 231/2001 e anche l'interesse e vantaggio ottenuti dall'Ente. L'interesse a non adottare le misure di sicurezza sui macchinari era dovuto a implicazioni in tema di spese suppletive da affrontare, il vantaggio era dovuto al prezzo più competitivo sul mercato di tali macchinari non gravati dai costi suppletivi.

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Cassazione 31 ottobre 2019, n. 44399

Responsabilità amministrativa delle società - Dlgs 231/2001 - Infortunio del lavoratore per violazione delle norme antinfortunistiche - Articolo 25-septies, Dlgs 231/2001 - Macchinari non conformi alle disposizioni di sicurezza e infortunio mortale del lavoratore - Responsabilità del datore di lavoro - Articoli 70 e 87, Dlgs 81/2008 e articolo 589, Codice penale - Sussistenza - Responsabilità amministrativa dell'ente - Interesse o vantaggio - Risparmio di spesa conseguente alla mancata adozione delle disposizioni di sicurezza sui macchinari - Configurabilità - Sussistenza

Dlgs 8 giugno 2001, n. 231

Responsabilità amministrativa Organizzazioni collettive - Stralcio (Disciplina generale - Reati ambientali - Violazione norme sicurezza sul lavoro - Altri reati "presupposto" afferenti)

Dlgs 9 aprile 2008, n. 81

Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro - Attuazione articolo 1, legge 123/2007 (cd. "Testo unico sulla sicurezza sul lavoro")

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598