News - Aggiornamento normativo

Responsabilità 231

Milano, 4 dicembre 2019 - 15:43

Infortunio lavoratore, responsabilità "231" impresa anche se evento non voluto

Responsabilità 231 (Giurisprudenza)

(Francesco Petrucci)

Infortunio lavoratore, responsabilità "231" impresa anche se evento non voluto

Per la responsabilità dell'Ente ex Dlgs 231/2001 per lesioni colpose al lavoratore da violazione norme antinfortunistiche non rileva che l'evento non sia voluto, conta il vantaggio/interesse per l'Ente.

 

La Corte di Cassazione (sentenza 2 dicembre 2019, n. 48779) è tornata sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche ex Dlgs 231/2001 per reati colposi connessi con la violazione di norme sulla sicurezza sul lavoro ex Dlgs 81/2008. Una società del Friuli Venezia Giulia era stata colpita da responsabilità "231" per il reato di lesioni colpose causato dai manager della società a un lavoratore non adeguatamente formato sul funzionamento di un macchinario. La Giurisprudenza della Cassazione è consolidata nel ritenere che nei reati colposi la responsabilità "231" dell'Ente non è collegata all'evento (lesione o morte del lavoratore) che può anche non essere voluto, quanto alla condotta, relativa all'interesse o vantaggio per l'impresa costituito dal risparmio di costi o del tempo che sarebbe occorso al dipendente per formarsi adeguatamente sul funzionamento del macchinario.

 

Una volta provato che la condotta che ha cagionato l'evento è stata determinata da scelte rispondenti all'interesse dell'Ente o è stata finalizzata all'ottenimento di un vantaggio per l'Ente medesimo (articolo 5, Dlgs 231/2001) scatta la responsabilità amministrativa della società ex Dlgs 231/2001 qualora si provi, come nel caso di specie, che non era stato adottato alcun modello organizzativo idoneo a prevenire il reato in oggetto.

documenti di riferimento
Sentenza Corte di Cassazione 2 dicembre 2019, n. 48779

Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche ex Dlgs 231/2001 - Lesione colpose al lavoratore per violazione di norme antinfortunistiche - Articolo 590, Codice penale - Omessa redazione del documento di valutazione dei rischi e mancata formazione del lavoratore - Articoli 28 e 37, Dlgs 81/2008 - Responsabilità dell'Ente - Articolo 25-septies DIgs 231/2001 - Interesse o vantaggio - Articolo 5, Dlgs 231/2001 - Reati colposi - Non volizione dell'evento - Irrilevanza - Condotta causata da scelte rispondenti all'interesse dell'Ente o finalizzare all'ottenimento di un vantaggio - Sufficienza

Dlgs 8 giugno 2001, n. 231

Responsabilità amministrativa Organizzazioni collettive - Stralcio (Disciplina generale - Reati ambientali - Violazione norme sicurezza sul lavoro - Altri reati "presupposto" afferenti)

Dlgs 9 aprile 2008, n. 81

Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro - Attuazione articolo 1, legge 123/2007 (cd. "Testo unico sulla sicurezza sul lavoro")

© Copyright riservato - riproduzione vietata - ReteAmbiente Srl, Milano - La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 633/1941

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598