Rifiuti

Normativa Vigente

Documento riservato

Per poter consultare questo documento è necessario disporre del prodotto Osservatorio di normativa ambientale.

Per accedere al documento effettua il login

SCOPRI TUTTI I NOSTRI ABBONAMENTI

NOTA REDAZIONALE SULLA TRACCIABILITÀ DEI RIFIUTI: l'articolo 6 del Dl 14 dicembre 2018, n. 135 ("Decreto-legge Semplificazioni"), in vigore dal 15 dicembre 2018, prevede che dall'1/1/2019:

1) "è soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) (...) e conseguentemente non sono dovuti i contributi" (comma 1);

2) "fino alla (…) piena operatività di un nuovo sistema (…) gestito direttamente dal Ministero dell'Ambiente (…) i soggetti (…) garantiscono la tracciabilità dei rifiuti effettuando gli adempimenti di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193" del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, "nel testo previgente alle modifiche introdotte dal decreto legislativo 3 dicembre 2010 n. 205, anche mediante le modalità di cui all'articolo 194-bis" del Dlgs 152/2006 (comma 3);

3) "sono abrogate, in particolare" diverse disposizioni sul Sistri recate da Dlgs 205/2010, Dl 101/2013, Dl 78/2009 (comma 2).

Alla luce di tutto ciò i Curatori delle presenti pagine ritengono che sono da considerarsi come (implicitamente) abrogate dall'1/1/2019 anche:

a) le ulteriori disposizioni introdotte dalle disposizioni espressamente abrogate (come, ad esempio, gli articoli 188-bis e 188-ter del Dlgs 152/2006, introdotti dall'abrogato articolo 16 del Dlgs 205/2010);

b) le successive disposizioni di modifica di disposizioni espressamente abrogate (ad esempio le varie disposizioni di proroga dell'entrata in operatività del Sistri, come da ultimo il comma 1134 dell'articolo 1 della legge 205/2017 di modifica di disposizioni, ora abrogate, del Dl 101/2013);

c) le disposizioni attuative di disposizioni abrogate (ad esempio il Dm 78/2016, cd. "Testo unico Sistri", adottato in attuazione dell'abrogato articolo 188-bis del Dlgs 152/2006);

d) le disposizioni in contrasto o incompatibili con quanto disposto dal Dl (ad esempio le disposizioni del Dlgs 231/2001 che prevedono sanzioni per le violazioni degli obblighi Sistri non più in vigore, come quelle cui fa riferimento l'articolo 25-undecies, comma 2, lettera g) del decreto legislativo in parola).

Dlgs 3 dicembre 2010, n. 205

Recepimento della direttiva 2008/98/Ce - Modifiche alla Parte IV del Dlgs 152/2006

Versione coordinata con modifiche. Testo vigente oggi 18/01/2019

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598