Disposizioni trasversali/Aua

Normativa Vigente

print

Testo vigente oggi 20/09/2019

Commissione europea

Decisione di esecuzione 19 marzo 2014, n. 2014/203/Ue

(Guue 17 aprile 2014 n. L 116)

Decisione sull'adozione del programma di lavoro pluriennale Life per il periodo 2014-2017

(Testo rilevante ai fini del See)

 

La Commissione europea,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (Ue) n. 1293/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, sull'istituzione di un programma per l'ambiente e l'azione per il clima (Life) e che abroga il regolamento (Ce) n. 614/20071 , in particolare l'articolo 24, paragrafo 1,

considerando quanto segue:

(1) Per garantire l'attuazione del programma Life, è necessario adottare un programma di lavoro pluriennale per il periodo 2014-2017.

(2) Al fine di definire un quadro per l'attuazione dei due sottoprogrammi Life, il programma di lavoro pluriennale per il periodo 2014-2017 dovrebbe specificare l'allocazione indicativa dei fondi tra i settori prioritari e i tipi di finanziamento, i temi dei progetti che attuano le priorità tematiche di cui all'allegato III del regolamento (Ue) n. 1293/2013, la metodologia tecnica per la selezione dei progetti, i criteri per l'attribuzione delle sovvenzioni e calendari indicativi per gli inviti a presentare proposte.

(3) Il programma di lavoro pluriennale per il periodo 2014-2017 dovrebbe contenere anche i risultati, gli indicatori e gli obiettivi qualitativi e quantitativi per ciascun settore prioritario e ciascuna tipologia di progetti, conformemente agli indicatori di prestazione e agli obiettivi specifici per ciascun settore prioritario, al fine di agevolare la valutazione dei risultati e dell'impatto del programma. Sulla base di alcune valutazioni ex ante, la Commissione ha individuato in due strumenti finanziari innovativi gli strumenti adatti a finanziare i progetti, ai sensi dell'articolo 17, paragrafo 4, del regolamento (Ue) n. 1293/2013.

(4) I suddetti strumenti finanziari dovrebbero essere messi alla prova nel corso dell'intero programma di lavoro pluriennale per verificarne il notevole potenziale in termini di mobilitazione di investimenti nel settore della biodiversità, della mitigazione e dell'adattamento climatico, nell'intento di superare gli ostacoli che attualmente si frappongono alla diffusione dei progetti in questi settori.

(5) In base all'esperienza positiva realizzata con altri strumenti finanziari gestiti dalla Banca europea per gli investimenti (Bei) e data la copertura geografica della Bei, che consente di raggiungere i beneficiari potenziali in tutto il territorio dell'Unione, è opportuno affidare a tale istituzione l'attuazione dello strumento di finanziamento del capitale naturale e dello strumento per il finanziamento privato dell'efficienza energetica, alimentati con i contributi provenienti dal programma Life.

(6) Per garantire un'esecuzione efficiente del programma di lavoro pluriennale e poiché il regolamento (Ue) n. 1293/2013 si applica a decorrere dal 1° gennaio 2014, la presente decisione dovrebbe applicarsi a decorrere dalla data di adozione della medesima.

(7) Le misure di cui alla presente decisione sono conformi al parere del comitato per il programma Life per l'ambiente e l'azione per il clima, istituito dall'articolo 30 del regolamento (Ue) n. 1293/2013,

ha adottato la presente decisione:

Articolo 1

Programma di lavoro pluriennale

È adottato il programma di lavoro pluriennale Life per il periodo 2014-2017, quale figura nell'allegato.

Articolo 2

Contributo dell'Unione al programma di lavoro pluriennale

Il contributo massimo al programma di lavoro pluriennale Life per il periodo 2014-2017 è fissato a 1.796.242.000 Eur da utilizzarsi per finanziare i relativi sottoprogrammi e settori prioritari come segue:

1) un importo totale di 1.347.074.499 eur è destinato al sottoprogramma a favore dell'ambiente, suddiviso come segue:

a) 495.845.763 eur per il settore prioritario "Ambiente e uso efficiente delle risorse";

b) 610.068.900 eur per il settore prioritario "Natura e biodiversità";

c) 162.999.836 eur per il settore prioritario "Governance e informazione in materia ambientale";

d) 78.160.000 eur per le relative spese di sostegno;

2) un importo totale di 449.167.501 eur è destinato al sottoprogramma a favore dell'azione per il clima, suddiviso come segue:

a) 193.559.591 eur per il settore prioritario "Mitigazione dei cambiamenti climatici";

b) 190.389.591 eur per il settore prioritario "Adattamento ai cambiamenti climatici";

c) 47.588.319 eur per il settore prioritario "Governance e informazione in materia di clima";

d) 17.630.000 eur per le relative spese di sostegno.

Articolo 3

Strumenti finanziari

1) Gli strumenti finanziari indicati di seguito, e descritti nell'allegato, ricevono i contributi a norma dell'articolo 17, paragrafo 1, del regolamento (Ue) n. 1293/2013:

a) lo strumento per il finanziamento privato dell'efficienza energetica;

b) lo strumento di finanziamento del capitale naturale;

2) L'attuazione del contributo allo strumento per il finanziamento privato dell'efficienza energetica e allo strumento di finanziamento del capitale naturale è affidata alla Banca europea per gli investimenti.

Articolo 4

Entrata in vigore

La presente decisione entra in vigore il primo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Essa si applica a decorrere dal 19 marzo 2014.

 

Fatto a Bruxelles, il 19 marzo 2014.

Allegato

Programma di lavoro pluriennale

Formato: Documento PDF - Dimensioni: 316 KB


Note ufficiali

1.

Gu L 347 del 20 dicembre 2013, pag. 185.

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598