Rifiuti

Documentazione Complementare

print

Commissione europea

Relazione 15 ottobre 2014, n. Com(2014) 632 final

Relazione sulla disponibilità di pile a bottone senza mercurio per protesi acustiche, conformemente all’articolo 4, paragrafo 4, della direttiva 2006/66/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori e che abroga la direttiva 91/157/Cee

 

1. Introduzione

A norma dell'articolo 4, paragrafo 2, della direttiva 2006/66/Ce relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori (direttiva sulle pile), modificata nel 20131 , il divieto di immettere sul mercato pile o accumulatori non si applica alle pile a bottone con un tenore di mercurio superiore al 2% in peso fino al 1° ottobre 2015.

Anche se nel 2012 una relazione stilata per conto della Commissione ha concluso che erano disponibili alternative alle pile a bottone contenenti mercurio2 , la direttiva modificata imponeva alla Commissione di effettuare un ulteriore studio specifico al fine di confermare tali conclusioni.

Più specificamente, l'articolo 4, paragrafo 4, della direttiva modificata sulle pile recita:

"Per quanto concerne le pile a bottone per le protesi acustiche, la Commissione mantiene sotto esame la deroga di cui al paragrafo 2 e informa il Parlamento europeo e il Consiglio sulla disponibilità di pile a bottone per protesi acustiche conformi al paragrafo 1, lettera a), al più tardi entro il 1° ottobre 2014. Qualora giustificato dalla mancanza di disponibilità di pile a bottone per protesi acustiche conformi al paragrafo 1, lettera a), la Commissione correda la sua relazione di una pertinente proposta volta a escludere le pile a bottone per le protesi acustiche dal divieto di cui al paragrafo 2.".

La finalità della presente relazione è informare il Parlamento europeo e il Consiglio delle conclusioni della Commissione in merito alla disponibilità di pile a bottone per protesi acustiche contenenti non oltre lo 0,0005% in peso di mercurio.

2. Risultati

2.1. Introduzione

Per preparare la presente relazione la Commissione ha raccolto e valutato le informazioni disponibili sulle pile a bottone senza mercurio usate nelle protesi acustiche, concentrando l'attenzione principalmente sulla loro disponibilità tecnica e commerciale e quindi sul possibile impatto sugli utenti, relativamente alla prestazione e agli aspetti finanziari.

La Commissione ha fatto ricorso ai servizi di consulenti esterni che hanno passato in rassegna la letteratura e le conoscenze pertinenti e hanno tenuto consultazioni con tutti i principali produttori e fabbricanti di pile e protesi acustiche nonché con le associazioni di pazienti e di specialisti del settore3 .

La Commissione è del parere che l'affidabilità dei risultati della consultazione sia garantita dalle dimensioni della quota di mercato dei produttori e dei fabbricanti di pile e di protesi acustiche consultati. Va sottolineata la loro corretta collaborazione, pur nei limiti di norma applicabili alle informazioni commerciali riservate.

È stata conferita un'attenzione particolare all'esperienza acquisita con la promulgazione dei divieti delle pile a bottone contenenti mercurio negli Stati Uniti, in cui 30 stati hanno adottato norme o proposto di legiferare in tal senso.

La Commissione ritiene che il ricorso a fonti diverse ma complementari abbia consentito di valutare ampiamente e accuratamente la situazione, al di là delle questioni strettamente connesse alla sicurezza dell'offerta richiesta dalla direttiva.

Le conclusioni cui sono pervenuti i consulenti sono una solida base su cui poggiano la valutazione e la presente relazione della Commissione.

2.2. Risultati principali

La Commissione, sulla base del proprio lavoro di valutazione e dello studio menzionato in precedenza, che essa considera robusto e dotato di conclusioni e risultati solidi nonché fondato su dati e prove convincenti, conclude quanto segue:

(1) esistono alternative praticabili senza mercurio per le pile a bottone usate nelle protesi acustiche. I tipi più frequentemente utilizzati fanno uso della tecnologia zinco-aria, sviluppata da diverse aziende. Esistono anche altre tecnologie, come per esempio l'idruro di nichel metallo, il cui uso è tuttavia meno diffuso e circoscritto ad apparecchi che non necessitano di un'ingente erogazione di energia o che consentono modalità d'uso più flessibili.

(2) Come confermato dalla consultazione e tenuto conto degli attuali livelli della produzione, la sicurezza dell'offerta di pile a bottone per protesi acustiche non sarà messa a repentaglio in seguito alla scadenza, il 1° ottobre 2015, della deroga riguardante le pile a bottone contenenti mercurio. I tipi di prodotto per i quali è inverosimile che siano disponibili alternative senza mercurio (ossia le pile di dimensioni più piccole, n. 5), sono gradualmente eliminati dal settore, indipendentemente dalla transizione verso prodotti privi di mercurio.

(3) L'esperienza acquisita negli Stati Uniti successivamente all'introduzione di divieti simili relativi alle pile a bottone contenenti mercurio mostra che le questioni che inizialmente apparivano connesse alla prestazione e all'usabilità delle alternative senza mercurio per le protesi acustiche sono state superate in conseguenza dei nuovi sviluppi tecnologici e dell'espansione dei mercati. I problemi di prestazione di alcune pile a bottone senza mercurio di prima generazione per protesi acustiche venute negli Stati Uniti nel 2010 sono ora risolti. Anche se, a seconda delle marche e dei modelli, è stata rilevata una riduzione del ciclo di vita delle pile dell'ordine del 2-10%, si ritiene che gli attuali sviluppi tecnici miglioreranno ulteriormente la prestazione.

(4) Come è avvenuto negli Stati Uniti, è possibile che sul mercato Ue si registrino differenze di costo fra le pile a bottone per protesi acustiche senza mercurio e quelle contenenti mercurio. Uno studio precedente preparato su incarico della Commissione ha stimato che le pile a bottone senza mercurio abbiano costi superiori di circa il 10%4 . Anche se attualmente le differenze dei prezzi al dettaglio risultano superiori5 , si ritiene che un divieto nell'Ue riguardante le pile a bottone contenenti mercurio per protesi acustiche riduca le differenze di prezzo, grazie alle maggiori dimensioni dei mercati e alle economie di scala nonché all'eliminazione delle inefficienze nei sistemi produttivi per i fabbricanti che riorganizzano la loro capacità produttiva in un'unica linea produttiva.

(5) Si prevede che la scadenza della deroga relativa alle pile a bottone contenenti mercurio promuova l'innovazione, abbreviando così i tempi necessari a migliorare la prestazione dei prodotti privi di mercurio e consentire ai nuovi prodotti di soddisfare le esigenze di apparecchi più avanzati che richiedono una maggiore erogazione di energia.

(6) Per quanto attiene alla sicurezza dell'offerta di pile a bottone senza mercurio destinate alle protesi acustiche, le associazioni di pazienti e di specialisti del settore in occasione dello studio svolto per conto della Commissione non hanno menzionato particolari preoccupazioni.

3. Conclusione

Si ritiene che la scadenza, il 1° ottobre 2015, della deroga riguardante le pile a bottone contenenti mercurio non debba comportare problemi in merito alla disponibilità delle pile a bottone usate nelle protesi acustiche. Ne consegue che non è necessario prorogare la deroga di cui all'articolo 4 della direttiva 2006/66/Ce.

Note ufficiali

1.

Gu L 266 del 26.9.2006, pag. 1, modificata da ultimo dalla direttiva 2013/56/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 novembre 2013 (Gu L 329 del 10.12.2013, pag. 5).

2.

BIO Intelligence, "Study on the Potential for Reducing Mercury Pollution from Dental Amalgam and Batteries", relazione per la Commissione europea, DG Ambiente, luglio 2012, in particolare la sezione 7.1, opzione 2 (pag. 123) congiuntamente alla sezione conclusiva 9.2 (pag. 135).

3.

Eunomia & Öko Institut e.V., "Availability of Mercury-free Button Cells for Hearing Aids", relazione per la DG Ambiente, agosto 2014.

4.

BIO Intelligence, "Study on the Potential for Reducing Mercury Pollution from Dental Amalgam and Batteries," relazione per la Commissione europea, DG Ambiente, luglio 2012, pag. 117.

5.

A titolo di esempio, il prezzo di vendita su internet negli USA di una confezione di sei pile di dimensione 10 è compreso fra 3,25 $ e 3,95 $ per le pile a bottone convenzionali per protesi acustiche e fra 3,95 $ e 4,95 $ per le pile senza mercurio, a seconda della marca e del rivenditore.

Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598