Cambiamenti climatici

Normativa Vigente

print

Ultima versione disponibile al 21/01/2020

Commissione europea

Decisione di esecuzione 15 giugno 2017, n. 2017/1015/Ue

(Guue 16 giugno 2017 n. L 153)

Decisione sulle emissioni di gas a effetto serra disciplinate dalla decisione n. 406/2009/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio per ciascuno Stato membro per l'anno 2014

La Commissione europea,

visto il Trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (Ue) n. 525/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, relativo a un meccanismo di monitoraggio e comunicazione delle emissioni di gas a effetto serra e di comunicazione di altre informazioni in materia di cambiamenti climatici a livello nazionale e dell'Unione europea e che abroga la decisione n. 280/2004/Ce1 , in particolare l'articolo 19, paragrafo 6,

considerando quanto segue:

(1) La decisione n. 406/2009/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio2 stabilisce i limiti delle emissioni di gas a effetto serra (le assegnazioni annuali di emissioni) per ciascuno Stato membro per ciascun anno del periodo dal 2013 al 2020 e un meccanismo per la valutazione annuale del rispetto di tali limiti. Le assegnazioni annuali di emissioni degli Stati membri, espresse in tonnellate di CO2 equivalente, sono contenute nella decisione 2013/162/Ue della Commissione3 . Tali assegnazioni sono state adeguate dalla decisione di esecuzione 2013/634/Ue della Commissione4 .

(2) L'articolo 19 del regolamento (Ue) n. 525/2013 prevede una procedura di revisione degli inventari dei gas a effetto serra degli Stati membri ai fini di verificarne la conformità con la decisione n. 406/2009/Ce. La revisione completa di cui all'articolo 19, paragrafo 1, del regolamento (Ue) n. 525/2013 è stata effettuata sulla base dei dati sulle emissioni del 2014 trasmessi alla Commissione nell'aprile 2016, secondo le procedure di cui al capo III e all'allegato XVI del regolamento di esecuzione (Ue) n. 749/2014 della Commissione5 .

(3) La quantità totale delle emissioni di gas a effetto serra disciplinate dalla decisione n. 406/2009/Ce per ciascuno Stato membro per il 2014 dovrebbe prendere in considerazione le rettifiche tecniche e le stime rivedute calcolate nel corso della revisione completa, quali contenute nelle relazioni di revisione finali redatte a norma dell'articolo 35, paragrafo 2, del regolamento di esecuzione (Ue) n. 749/2014.

(4) La presente decisione entra in vigore il giorno della pubblicazione al fine di essere in linea con le disposizioni dell'articolo 19, paragrafo 7, del regolamento (Ue) n. 525/2013, che fissa la data di pubblicazione della presente decisione quale inizio del periodo di quattro mesi in cui gli Stati membri sono autorizzati a ricorrere alle flessibilità previste dalla decisione n. 406/2009/Ce,

ha adottato la presente decisione:

Articolo 1

La somma totale delle emissioni di gas a effetto serra disciplinate dalla decisione n. 406/2009/Ce per ciascuno Stato membro per l'anno 2014, calcolata in base ai dati di inventario corretti al momento del completamento della revisione completa di cui all'articolo 19, paragrafo 1, del regolamento (Ue) n. 525/2013, è riportata nell'allegato della presente decisione.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Fatto a Bruxelles, il 15 giugno 2017

Allegato

Stato membro

 

Emissioni di gas a effetto serra disciplinate dalla decisione n. 406/2009/Ce per l'anno 2014
(tonnellate di CO2 equivalente)

 

Belgio

 

70 054 910

 

Bulgaria

 

22 900 867

 

Repubblica ceca

 

57 620 658

 

Danimarca

 

32 643 514

 

Germania

 

436 790 185

 

Estonia

 

6 083 093

 

Irlanda

 

41 663 021

 

Grecia

 

44 409 918

 

Spagna

 

199 755 020

 

Francia

 

353 528 786

 

Croazia

 

14 663 196

 

Italia

 

265 275 604

 

Cipro

 

3 924 856

 

Lettonia

 

9 017 595

 

Lituania

 

12 922 268

 

Lussemburgo

 

8 858 306

 

Ungheria

 

38 423 028

 

Malta

 

1 291 392

 

Paesi Bassi

 

97 887 338

 

Austria

 

48 194 334

 

Polonia

 

181 543 023

 

Portogallo

 

38 836 638

 

Romania

 

72 534 134

 

Slovenia

 

10 472 374

 

Slovacchia

 

19 782 144

 

Finlandia

 

30 146 832

 

Svezia

 

34 522 651

 

Regno Unito

 

324 444 705

 

Note ufficiali

1.

Gu L 165 del 18 giugno 2013, pag. 13.

2.

Decisione n. 406/2009/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, concernente gli sforzi degli Stati membri per ridurre le emissioni dei gas a effetto serra al fine di adempiere agli impegni della Comunità in materia di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2020 (Gu L 140 del 5 giugno 2009, pag. 136).

3.

Decisione 2013/162/Ue della Commissione, del 26 marzo 2013, che determina le assegnazioni annuali di emissioni degli Stati membri per il periodo dal 2013 al 2020 a norma della decisione n. 406/2009/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio (Gu L 90 del 28 marzo 2013, pag. 106).

4.

Decisione di esecuzione 2013/634/Ue della Commissione, del 31 ottobre 2013, sugli adeguamenti delle assegnazioni annuali di emissioni degli Stati membri per il periodo dal 2013 al 2020 a norma della decisione n. 406/2009/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio (Gu L 292 dell'1 novembre 2013, pag. 19).

5.

Regolamento di esecuzione (Ue) n. 749/2014 della Commissione, del 30 giugno 2014, riguardante la struttura, il formato, le procedure di trasmissione e la revisione delle informazioni comunicate dagli Stati membri a norma del regolamento (Ue) n. 525/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio (Gu L 203 dell'11 luglio 2014, pag. 23).

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598