Territorio

Normativa Vigente

print

Ultima versione disponibile al 29/03/2020

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dpcm 7 marzo 2019

(Gu 24 agosto 2019 n. 198)

Approvazione del Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400 recante "Disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri";

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante "Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59";

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 aprile 2001, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 104 del 7 maggio 2001, che, all'articolo 1, comma 2, trasferisce dal Ministero dei lavori pubblici al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare la Direzione generale della difesa del suolo e gli uffici con compiti in materia di gestione e tutela delle risorse idriche;

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, con il quale è stata recepita la direttiva n. 2000/60/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2000, che istituisce un quadro per l'azione comunitaria in materia di acque;

Visto l'articolo 57, comma 1, del decreto legislativo n. 152/2006, che dispone che "Il Presidente del Consiglio dei Ministri, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, approva con proprio decreto", su proposta del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, "i Piani di bacino, sentita la Conferenza Stato-Regioni";

Visto l'articolo 63, comma 10, lettera a), del citato decreto legislativo n. 152/2006, ai sensi del quale "Le Autorità di bacino provvedono [...] ad elaborare il Piano di bacino distrettuale e i relativi stralci tra cui il piano di gestione del bacino idrografico e il piano di gestione del rischio di alluvioni";

Visto l'articolo 64, comma 1, lettera g), del citato decreto legislativo n. 152/2006, che individua il "distretto idrografico della Sicilia, comprendente i bacini della Sicilia, già bacini regionali ai sensi della legge 18 maggio 1989, n. 183";

Visto l'articolo 65, del decreto legislativo n. 152/2006, ed in particolare il comma 1, ove si prevede che "Il Piano di bacino distrettuale, di seguito Piano di bacino, ha valore di Piano territoriale di settore ed è lo strumento conoscitivo, normativo e tecnico-operativo mediante il quale sono pianificate e programmate le azioni e le norme d'uso finalizzate alla conservazione, alla difesa e alla valorizzazione del suolo ed alla corretta utilizzazione della acque, sulla base delle caratteristiche fisiche ed ambientali del territorio interessato";

Visti inoltre, gli articoli 6 e 7 e gli articoli da 11 a 18 del decreto legislativo n. 152/2006, concernenti la procedura di valutazione ambientale strategica;

Visto in particolare, l'articolo 176, comma 2, del citato decreto legislativo n. 152/2006 che prevede: "Le disposizioni di cui alla parte terza del presente decreto sono applicabili nelle Regioni a statuto speciale e nelle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con le norme dei rispettivi statuti";

Visto l'articolo 7, comma 3, lettera a), del decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49, ove si prevede che i Piani di gestione del rischio di alluvioni sono predisposti dalle Autorità di bacino distrettuali nell'ambito dell'attività di pianificazione di bacino di cui agli articoli 65, 66, 67 e 68 del decreto legislativo n. 152/2006;

Visto l'articolo 4 del decreto legislativo 10 dicembre 2010, n. 219, ai sensi del quale, nelle more della costituzione delle Autorità di bacino distrettuali di cui all'articolo 63 del decreto legislativo n. 152/2006, "le Autorità di bacino di rilievo nazionale, di cui alla legge 18 maggio 1989, n. 183 e le Regioni, ciascuna per la parte di territorio di propria competenza, provvedono all'adempimento degli obblighi previsti dal decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49;

Vista la delibera n. 349 del 14 ottobre 2013, con cui la Giunta regionale siciliana ha adottato le mappe di pericolosità e di rischio di alluvioni di cui all'articolo 6 del citato decreto legislativo n. 49/2010;

Vista la delibera della Giunta regionale siciliana n. 326 del 23 dicembre 2015, con cui è stato adottato il progetto di Piano di gestione del rischio di alluvioni della Sicilia;

Visto il parere della Commissione Via-Vas n. 1888 del 9 ottobre 2015, relativo alla consultazione sul Rapporto preliminare "sui possibili impatti ambientali significativi dell'attuazione del Piano o programma" reso ai sensi del decreto legislativo n. 152/2006;

Visto il decreto del 14 marzo 2017, n. 58, del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, con il quale è stato espresso parere positivo, con prescrizioni, di compatibilità ambientale sul Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia, sul relativo rapporto ambientale e sul piano di monitoraggio, tenendo, altresì, conto del parere del Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo n. 22287 del 28 dicembre 2016, che ne costituisce parte integrante;

Vista l'articolo 3 della legge della Regione siciliana 8 maggio 2018, n. 8, che ha istituito presso la Presidenza della regione, l'Autorità di bacino del distretto idrografico della Sicilia, la quale "ha il compito di assicurare la difesa del suolo e la mitigazione del rischio idrogeologico, il risanamento delle acque, la manutenzione dei corpi idrici, la fruizione e la gestione del patrimonio idrico e la tutela degli aspetti ambientali nell'ambito dell'ecosistema unitario del bacino del distretto idrografico della Sicilia, in adempimento degli obblighi derivanti dalle direttive Ue di settore";

Vista la delibera n. 274 del 25 luglio 2018 della Giunta regionale siciliana che ha approvato il progetto di Piano di gestione del rischio di alluvioni della Sicilia aggiornato;

Visto il parere favorevole della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, n. 243 del 20 dicembre 2018;

Vista la delibera del Consiglio dei Ministri adottata nella riunione del 7 marzo 2019;

Sulla proposta del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare;

Decreta:

Articolo 1

1. È approvato il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia.

2. Il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia costituisce stralcio funzionale del Piano di bacino del distretto idrografico della Sicilia ed ha valore di piano territoriale di settore.

Articolo 2

1. Il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia di cui all'articolo 1, che costituisce parte integrante del presente decreto, risulta così suddiviso:

parte A: articolo 7, comma 3, lettera a), del decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49.

a) relazione generale, con:

1 — quadro di sintesi delle misure e delle priorità — all. B;

2 — analisi costi benefici valutazione economica del danno atteso — all. C;

b) norme di attuazione;

c) monografie dei bacini;

d) mappe di pericolosità e rischio, ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo n. 49/2010 (1:10.000);

e) tavole:

1 — bacini idrografici;

2 — reticolo idrografico;

3 — dissesti geomorfologici;

4 — Sic, Zps;

5 — aree protette;

6 — beni culturali e ambientali;

7 — beni paesaggistici: vincolo costiero, lacustre, fluviale, zona umida;

8 — beni paesaggistici: vincolo di cui all'articolo 134, lettere a) e c) del decreto legislativo n. 42/2004, vincolo di cui alla legge n. 1497/1939;

9 — beni paesaggistici: bosco;

10 — Istat;

11 — insediamenti produttivi;

12 — aree sottoposte a vincolo idrogeologico ai sensi del Rd n. 3267 del 1923;

parte B: articolo 7, comma 3, lettera b), del decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49.

a) sistema di allertamento ai fini di protezione civile;

b) rapporto preliminare sul rischio idraulico in Sicilia e ricadute sul sistema di protezione civile;

c) mappe allagabili a seguito di onde anomale;

d) aree a pericolosità sismica.

2. Il Piano di gestione del rischio alluvioni del distretto idrografico della Sicilia è corredato dal Rapporto ambientale, redatto nell'ambito della procedura di Vas, che costituisce parte integrante dello stesso Piano e dall'ulteriore documentazione prodotta nell'ambito di tale procedura.

Articolo 3

1. Il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia costituisce lo strumento conoscitivo, normativo e tecnico-operativo mediante il quale sono pianificate e programmate le azioni e le misure finalizzate a garantire, per l'ambito territoriale costituito dal distretto idrografico della Sicilia, il perseguimento degli scopi e degli obiettivi di cui alla direttiva n. 2007/60/Ce e al decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49.

2. Le Amministrazioni e gli enti pubblici si conformano alle disposizioni del Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia di cui al presente decreto, in conformità con l'articolo 65 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, commi 4, 5 e 6.

3. Il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia è riesaminato e aggiornato nei modi e nei tempi previsti dalla direttiva n. 2007/60/CE e dallo stesso Piano.

Articolo 4

1. Il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia è pubblicato sul sito web del distretto idrografico: http://www.artasicilia.eu/old_site/old_site/web/bacini_idrografici/ nonché sul sito del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

2. Il Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia è depositato, in originale, presso la Regione siciliana, Assessorato del territorio e dell'ambiente, Dipartimento ambiente, via Ugo La Malfa n. 46 — 90141, Palermo, e risulta disponibile in copia conforme presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, via Cristoforo Colombo n. 44, 00147 Roma.

3. L'Autorità di bacino del distretto idrografico della Sicilia e la Regione siciliana, per quanto di loro competenza, sono incaricate dell'esecuzione del presente decreto.

4. L'attuazione del Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia avviene a risorse disponibili a legislazione vigente.

Articolo 5

1. Il presente decreto, previa registrazione da parte dei competenti organi di controllo, sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana e nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana.

 

Roma, 7 marzo 2019

Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598