Rifiuti

Normativa Vigente

print

Decisione Commissione Ce n. 2004/249/Ce

Questionario sull'attuazione della direttiva 2002/96/Ce - Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche - Raee

Testo vigente oggi 14/08/2018

Commissione delle Comunità europee

Decisione 11 marzo 2004, n. 2004/249/Ce

(Guue 16 marzo 2004 n. L 78)

Decisione della Commissione dell'11 marzo 2004 relativa al questionario ad uso degli Stati membri sull'attuazione della direttiva 2002/96/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee)

La Commissione delle Comunità europee,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

vista la direttiva 2002/96/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 gennaio 2003, sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee)1 , in particolare l'articolo 12, considerando quanto segue:

(1) Ai sensi della direttiva 2002/96/Ce gli Stati membri devono inviare alla Commissione una relazione sull'attuazione della direttiva stessa.

(2) La relazione deve trattare in modo dettagliato il recepimento nel diritto nazionale e l'attuazione della direttiva ed essere redatta sulla base del questionario allegato alla presente decisione.

(3) Le misure previste dalla presente decisione sono conformi al parere del comitato istituito in conformità dell'articolo 6 della direttiva 91/692/Cee del Consiglio2 ,

 

Ha adottato la presente decisione:

Articolo 1

Gli Stati membri redigono le relazioni sull'attuazione della direttiva 2002/96/Ce avvalendosi del questionario figurante nell'allegato.

Articolo 2

Gli Stati membri sono destinatari della presente decisione.

 

Fatto a Bruxelles, l'11 marzo 2004.

Allegato

Questionario ad uso degli Stati membri in merito al recepimento e all'attuazione della direttiva 2002/96/Ce sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche

Non è necessario ripetere le informazioni che sono già state fornite, ma in questo caso si prega di indicare come e quando le informazioni siano state trasmesse.

1. Recepimento nel diritto nazionale

1.1. Sono state inviati alla Commissione i testi legislativi e regolamentari nazionali che recepiscono la direttiva sui

rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee)? (Sì/No)

1.1.1. Se la risposta alla domanda 1.1 è "Sì", si prega di precisarne le modalità.

1.1.2. Se la risposta alla domanda 1.1 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

1.2. Ha lo Stato membro recepito qualcuna delle disposizioni indicate all'articolo 17, paragrafo 3, in ordine al recepimento

mediante accordi tra le autorità competenti e i settori economici interessati? (Sì/No)

1.2.1. Se la risposta alla domanda 1.2 è "Sì", si prega di precisarne le modalità.

2. Attuazione della direttiva

I dati relativi alla raccolta differenziata, al reimpiego, al recupero e al riciclaggio devono essere indicati separatamente secondo il formato da adottarsi in conformità al disposto dell'articolo 12, paragrafo 1, della direttiva.

2.1. Sono state adottate misure a norma dell'articolo 4 in merito alla progettazione dei prodotti? (Sì/No)

2.1.1. Se la risposta alla domanda 2.1 è "Sì" si prega di precisare le modalità delle misure adottate.

Occorre precisare anche le misure adottate affinché i produttori non impediscano il reimpiego dei Raee.

2.1.2. Se la risposta alla domanda 2.1 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.1.3. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.2. Sono stati istituiti sistemi che consentano ai detentori e ai distributori di restituire i Raee almeno gratuitamente, secondo quanto previsto all'articolo 5 della direttiva? (Sì/No)

2.2.1. Se la risposta alla domanda 2.2 è "Sì", si prega di precisarne le modalità indicando in particolare:

— una descrizione generale dei sistemi istituiti,

— le modalità di attuazione della restituzione gratuita delle apparecchiature, una per una, ai distributori oppure se siano state adottate disposizioni alternative in applicazione dell'articolo 5, paragrafo 2, lettera b,

— se i produttori abbiano istituito e gestiscano sistemi, individuali e/o collettivi, di resa dei Raee provenienti dai nuclei domestici,

— se siano state adottate disposizioni specifiche, precisando quali, relative a Raee contaminati e a Raee non contenenti componenti essenziali,

— inoltre, si invita a trasmettere informazioni relative ai sistemi di raccolta di Raee diversi da quelli provenienti dai nuclei domestici.

2.2.2. Se la risposta alla domanda 2.2 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.2.3. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.3. Sono state adottate le misure necessarie a garantire il trattamento sano dei Raee sotto il profilo ambientale a norma dell'articolo 6 della direttiva? (Sì/No)

2.3.1. Se la risposta alla domanda 2.3 è "Sì", si prega di precisarne le modalità indicando in particolare:

— una descrizione generale dei sistemi di trattamento disponibili nello Stato membro,

— se i requisiti o le norme di qualità minime previsti per il trattamento dei Raee raccolti nello Stato membro siano diversi o vadano al di là di quanto previsto all'allegato II della direttiva, fornendo una descrizione dei requisiti e delle norme di cui trattasi,

— qualora lo Stato membro applichi alle operazioni di recupero dei Raee la deroga all'obbligo di autorizzazione di cui all'articolo 11, paragrafo 1, lettera b), della direttiva 75/442/Cee del Consiglio3 , una descrizione delle condizioni di applicazione della deroga e delle modalità di esecuzione delle ispezioni previste a norma dell'articolo 6, paragrafo 2, della direttiva 2002/96/Ce,

— una descrizione dei requisiti tecnici di stoccaggio e trattamento dei Raee, qualora siano diversi da quelli previsti all'allegato III,

— una breve descrizione delle norme, delle procedure e dei controlli che si applicano ai Raee esportati fuori della Comunità, che rientrano nel computo degli obiettivi elencati all'articolo 7, paragrafi 1 e 2, della direttiva 2002/96/Ce tenendo conto del disposto dell'articolo 6, paragrafo 5, della stessa.

2.3.2. Se la risposta alla domanda 2.3 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.3.3. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.4. Sono state adottate le misure necessarie per garantire il reimpiego, il recupero e il riciclaggio dei Raee in modo sano sotto il profilo ambientale a norma dell'articolo 7 della direttiva? (Sì/No)

2.4.1. Se la risposta alla domanda 2.4 è "Sì", si invita a fornire una descrizione generale delle misure nazionali adottate per incoraggiare il conseguimento degli obiettivi in materia di reimpiego, recupero e riciclaggio.

2.4.2. Se la risposta alla domanda 2.4 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.4.3. Si invita ad indicare le eventuali azioni intraprese con riferimento al disposto dell'articolo 7, paragrafo 5, della direttiva.

2.4.4. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.5. Sono state adottate le misure necessarie per provvedere al finanziamento relativo ai Raee secondo quanto previsto dagli articoli 8 e 9 della direttiva? (Sì/No)

2.5.1. Se la risposta alla domanda 2.5 è "Sì", si prega di precisarne le modalità indicando in particolare:

— un riepilogo generale delle disposizioni adottate dallo Stato membro in materia di finanziamento e delle principali modalità attuative,

— informazioni relative all'indicazione dei costi di smaltimento dei "rifiuti storici" provenienti da nuclei domestici, se del caso,

— informazioni relative a particolari accordi per i produttori che forniscono apparecchiature elettriche ed elettroniche servendosi della comunicazione a distanza, qualora siano stati conclusi accordi di questo tipo.

2.5.2. Se la risposta alla domanda 2.5 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.5.3. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.6. Sono state adottate le misure necessarie per l'informazione degli utenti di apparecchiature elettriche ed elettroniche e per incoraggiarli a partecipare alla raccolta dei Raee conformemente a quanto previsto dall'articolo 10 della direttiva? (Sì/No)

2.6.1. Se la risposta alla domanda 2.6 è "Sì", si prega di precisarne le modalità.

2.6.2. Se la risposta alla domanda 2.6 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.6.3. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.7. Sono state adottate le misure necessarie per l'informazione degli impianti di trattamento dei Raee a norma dell'articolo 11 della direttiva? (Sì/No)

2.7.1. Se la risposta alla domanda 2.7 è "Sì", si prega di precisarne le modalità, con particolare riferimento al tipo di informazione fornita e ai mezzi utilizzati per la sua trasmissione.

2.7.2. Se la risposta alla domanda 2.7 è "No", si prega di spiegarne i motivi.

2.7.3. Si invita a fornire una valutazione delle esperienze positive e negative maturate con l'applicazione delle disposizioni del suddetto articolo.

2.8. Si invita inoltre a fornire informazioni dettagliate sui sistemi di ispezione controllo applicati dallo Stato membro per verificare la corretta attuazione della direttiva.

Note ufficiali

1. Gu L 37 del 13.2.2003, pag. 24. Direttiva modificata dalla direttiva 2003/118/Ce (Gu L 345 del 31.12.2003, pag. 106).
2. Gu L 377 del 23.12.1991, pag. 48. Direttiva modificata dal regolamento (Ce) n. 1882/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio (Gu L 284 del 31.10.2003, pag. 1).
3. Gu L 194 del 25.7.1975, pag. 39.
Annunci Google

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598