Rifiuti

Normativa Vigente

print

Decisione Commissione Ce 2005/510/Euratom

Adesione alla Convenzione congiunta in materia di sicurezza della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi, fatta a Vienna il 5 settembre 1997

Ultima versione disponibile al 21/11/2019

Commissione delle Comunità europee

Decisione 14 giugno 2005, n. 2005/510/Euratom

(Guue 16 luglio 2005 n. L 185)

Decisione della Commissione del 14 giugno 2005 relativa all'adesione della Comunità europea dell'energia atomica alla "Convenzione congiunta sulla sicurezza della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi"

La Commissione delle Comunità europee,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica, in particolare l'articolo 101, secondo comma,

vista la decisione 2005/84/Euratom del Consiglio, del 24 gennaio 2005, che approva l'adesione della Comunità europea dell'energia atomica alla "convenzione congiunta sulla sicurezza della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi "1 (di seguito "convenzione congiunta"),

considerando quanto segue:

(1) Ventidue Stati membri sono parti contraenti della convenzione congiunta.

(2) La Comunità europea dell'energia atomica aderisce alla convenzione congiunta,

 

ha adottato la presente decisione:

Articolo 1

È approvata l'adesione della Comunità europea dell'energia atomica alla convenzione congiunta.

Il testo della convenzione congiunta e la dichiarazione della Comunità europea dell'energia atomica in conformità alle disposizioni dell'articolo 39, paragrafo 4, punto iii), della convenzione congiunta è allegato alla presente decisione.

Articolo 2

La dichiarazione allegata alla presente decisione sarà depositata presso il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, depositario della convenzione congiunta, al più presto possibile dopo l'adozione della presente decisione, mediante lettera firmata dal capo della delegazione della Commissione europea presso le organizzazioni internazionali a Vienna.

 

Fatto a Bruxelles, il 14 giugno 2005.

 

 

Dichiarazione della Comunità europea dell'energia atomica ai sensi delle disposizioni dell'articolo 39, paragrafo 4, punto iii), della "Convenzione congiunta sulla sicurezza della gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi"

 

I seguenti Stati sono attualmente membri della Comunità europea dell'energia atomica: Regno del Belgio, Repubblica ceca, Regno di Danimarca, Repubblica federale di Germania, Repubblica di Estonia, Repubblica ellenica, Regno di Spagna, Repubblica francese, Irlanda, Repubblica italiana, Repubblica di Cipro, Repubblica di Lettonia, Repubblica di Lituania, Granducato di Lussemburgo, Repubblica di Ungheria, Repubblica di Malta, Regno dei Paesi Bassi, Repubblica d'Austria, Repubblica di Polonia, Repubblica del Portogallo, Repubblica di Slovenia, Repubblica slovacca, Repubblica di Finlandia, Regno di Svezia e Regno Unito di Gran Bretagna e d'Irlanda del Nord.

La Comunità dichiara che gli articoli da 1 a 16, gli articoli 18, 19 e 21, nonché gli articoli da 24 a 44 della convenzione congiunta si applicano ad essa.

La Comunità possiede competenze, condivise fra i suddetti Stati membri, nei settori disciplinati dall'articolo 4, dagli articoli da 6 a 11, dagli articoli da 13 a 16, dall'articolo 19 e dagli articoli da 24 a 28 della convenzione congiunta, come previsto dal trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica nell'articolo 2, lettera b), e nei pertinenti articoli del titolo II, capo 3, intitolato "Protezione sanitaria".

Note ufficiali

1. Gu L 30, del 3.2.2005, pag. 10.
Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • Sede legale:
    via Privata Giovanni Bensi 12/5, 20152 Milano
    Sede operativa:
    via Natale Battaglia 10, 20127 Milano
    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598