Appalti e acquisti verdi


Quadro generale

Milano, gennaio 2020

 

La locuzione appalti/acquisti verdi (dall'inglese Green public procurement - "Gpp") indica uno strumento di politica ambientale che favorisce l'ingresso di criteri ambientali nelle modalità di acquisto di beni e servizi da parte della Pubblica Amministrazione.

 

Il nuovo Codice degli appalti pubblici e concessioni (Dlgs 18 aprile 2016, n. 50) e successive modifiche implementa diverse regole "green" sia per quanto riguarda in generale i criteri per l'aggiudicazione degli appalti di lavori, servizi e forniture, sia per quanto riguarda i cosiddetti "criteri ambientali minimi" (Cam"), che P.a. deve inserire nei bandi di gara per l'approvvigionamento di determinati beni e servizi.

 

Il Codice degli appalti pubblici prevede inoltre una serie di agevolazioni per le imprese "eco-certificate", sia in sede di requisiti di partecipazione alle gare d'appalto, sia in sede di riduzione delle garanzie finanziarie da prestare per partecipare alle gare.

Leggi tutto

Ultimi aggiornamenti

  • Gli elementi "green" del nuovo Codice dei contratti pubblici (Dlgs 50/2016) Accesso riservato (aggiornato: 2020-04-06) Parole chiave
    • Dm Ambiente 13 dicembre 2013

      Aggiornamento dei criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio gestione del verde pubblico, per ammendanti e per la fornitura di attrezzature elettroniche d'ufficio

      (aggiornato: 2020-04-06) Parole chiave
      • Dm Ambiente 25 luglio 2011 Accesso riservato

        Acquisti verdi della Pa - Ristorazione collettiva,  derrate alimentati, serramenti esterni - Criteri ambientali minimi ("Cam")

        (aggiornato: 2020-04-06) Parole chiave
Annunci Google
  • ReteAmbiente s.r.l.
  • via privata Giovanni Bensi 12/5,
    20152 Milano

    Tel. 02 45487277
    Fax 0245487333

    R.E.A. MI - 2569357
    Registro Imprese di Milano - Codice Fiscale e Partita IVA 10966180969

Reteambiente.it - Testata registrata presso il Tribunale di Milano (20 settembre 2002 n. 494) - ISSN 2465-2598